Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cittadini in campo per ripulire25 chilometri di strade e sentieri

L'iniziativa è stata organizzata dalle associazioni del Territorio d'Arna, in collaborazione con l'Ecomuseo del Tevere

Stefania Piccotti
  • a
  • a
  • a

Frigorifero nel fosso, televisore al cimitero, pneumatico all'aeroporto: sono alcuni dei rifiuti più ingombranti recuperati dai volontari che hanno ripulito 25 km di strade e sentieri nel territorio arnate. Si aggiungono alla montagna di buste, lattine, bottiglie, cartacce ed al triste ritrovamento della carogna di un cane abbandonata in una busta, raccolti lungo la carreggiata durante la terza edizione di "Adotta una strada". L'iniziativa è stata organizzata dalle Associazioni del Territorio d'Arna, in collaborazione con l'Ecomuseo del Tevere "per combattere il degrado ambientale delle strade della nostra regione". Lo ha spiegato domenica mattina Lamberto Salvatori, presidente della Proarna di Civitella d'Arna e coordinatore delle Associazioni del Territorio Arnate, domenica mattina al punto di ritrovo generale davanti alla discoteca Gradisca. Tra i presenti c'erano alcuni membri dell'Association des Jeunesde l'Umbrie (A.J.U.) costituita sei anni fa a Ponte San Giovanni da persone africane residenti in Umbria, che l'anno scorso avevano aderito all' iniziativa ripulendo le sponde ponteggiane del Tevere.  Servizio integrale nel Corriere dell'Umbria del 17 marzo 2014