Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Primarie, ecco chi corre per l'elezione a sindaco

default_image

A Magione vince Chiodini, a Panicale ce la fa Cherubini mentre a Montefalco la spunta Broccatelli

Alice Guerrini, Michele Marzoli e Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Anche a Magione, Panicale e Montefalco è stato scelto il candidato a sindaco. Nei tre comuni umbri si sono infatti svolte domenica le primarie che hanno visto la vittoria rispettivamente di Giacomo Chiodini, di Giulio Cherubini e Alessandro Broccatelli. Magione Nelle primarie del Pd per la scelta del candidato a sindaco, Magione “urla” Giacomo Chiodini. Nella partita che si è giocata a due, in vista delle elezioni del 25 maggio, nel capoluogo havinto l'attuale assessore alla Cultura, Chiodini ha battuto il preside dell'Ipsia di Perugia, Giuseppe Materia (Sel) con l'86,33%(777 voti). Lo sfidante ha raggiunto invece il 13,66% ossia 123 voti. Gli elettori che si sono presentati alle urne sono stati 905 (5 le schedenulle). La corsa che sarebbe dovuta essere più ampia (all'ultimo si sono ritirati Diego Contini e il vicesindaco Luciano Taborchi) ha visto primeggiare Chiodini che contattato nella serata di domenica ha commentato a caldo la vittoria esprimendo piena soddisfazione per l'affluenza che: "è stata notevole. Ora si apre la fase del programma e della costruzione della squadra, con la volontà di rinnovare e di mettersi con spirito di servizio a favore della comunità". Chiodini sottolinea poi la voglia di collaborare con lo sfidante: "Materia ha accettato una sfida coraggiosa che ci deve portare a un lavoro comune nelle prossime settimane". Al seggio presente anche il sindaco uscente Massimo Alunni Proietti che si è congratulato con l'assessore Chiodini. Ivoti in dettaglio: seggio di Magione (Chiodini 325 -Materia 87 - 2 schede nulle). Seggio di Villa Soccorso (Chiodini 202 - Materia 8 - 3 schede nulle). Seggio di Sant'Arcangelo (Chiodini 71-Materia 5) seggio di Agello (Chiodini 112 - Materia 15). Seggio di San Feliciano (Chiodini 67 -Materia 8). Panicale Giulio Cherubini è il candidato sindaco del centrosinistra di Panicale per le amministrative di maggio. Lo hanno deciso, nella giornata di domenica, gli oltre mille cittadini che si sono recati alle urne del Partito democratico. Con 639 preferenze Cherubini ha superato Giselda Marina Bruni rimasta ferma a quota 417. "E' stata una giornata speciale - ha detto il segretario dell'unione comunale Stefano Coppetti - in cui a vincere è stato il Partito democratico. Lo dicono i numeri: 1056 voti validi rappresentano un grande risultato. Ora corriamo tutti insieme per vincere le amministrative di maggio". Raggiante per la vittoria Giulio Cherubini che, raggiunto telefonicamente in tarda serata, ha voluto ringraziare tutti gli elettori. "E' stato il successo della gente e del partito, la vittoria dell'impegno civico e politico. Ringrazio -ha puntualizzato Cherubini - la mia sfidante Giselda Bruni per la grande correttezza con cui è stata condotta la campagna elettorale. Ci siamo confrontati sulle idee e sui programmi". Nel programma elettorale di Giulio Cherubini la volontà di perseguire l'unione politica e amministrativa dei comuni della Valnestore, la rinascita del distretto industriale e manifatturiero della vallata e una differenziazione della proposta locale per la riqualificazione di tutti i centriabitati, progressivamente divenuti sempre più isolati. Il suo motto: "nessuno deve restare indietro". Montefalco E' Alessandro Broccatelli il candidato sindaco del Pd. E' lui, 42 anni, consigliere comunale e già assessore nella giunta dell'ex sindaco Valentino Valentini che si èaggiudicato la sfida delle primarie nella Ringhiera dell' Umbria che lo vedeva contrapposto all'altro sfidante, il 68enne Maurizio Biondi, presidente a fine mandato di Webrede anche lui con un passato da consigliere comunale. Broccatelli ha ottenuto in totale 402 voti, circa il 54,6 per cento, mentre Maurizio Biondi 335. In totale 737 i voti validi assegnati, anche se si tratta di dati ufficio si visto che le operazioni di verbalizzazione, dopo lo spoglio iniziato alle 20, si sono prolungate a dismisura. Guardando alle singole sezioni, Broccatelli ha prevalso nel seggio 1:289 preferenze sono andate a lui e 217 a Biondi, mentre nel seggio 2 (quello di Turrita) è stato Biondi a ottenere più voti, 118, controi 112 dell'avversario. A commentare la giornata di voto il segretario del Pd Mirco Calcabrina: “E' la prima volta che il Pd a Montefalco affronta alle primarie e la partecipazione è stata ottima, con un'affluenza doppia rispetto alle primarie per il segretario nazionale. Siamo molto soddisfattidi questo risultato che è un segnale importante di democrazia”.