Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fondo utenze deboli, prorogata al 18 aprile la scadenza del bando

Ci sono 150mila euro a disposizione delle famiglie per pagare le bollette

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

La data di scadenza del bando per il fondo utenze deboli e' stata prorogata al 18 aprile. Ati, Sii, Comune di Terni e Consulta dei consumatori hanno deciso di ampliare i margini di tempo per consentire a tutti coloro che ne hanno diritto e interesse di presentare domande per accedere al fondo di 150mila euro a disposizione di quelle famiglie e quegli utenti che hanno un reddito basso (Isee fino a 12mila euro) per pagare le bollette idriche. L'iniziale scadenza di metà marzo è quindi prorogata per un altro mese, entro il quale Ati, Sii, Consumatori e Comune daranno ulteriori possibilità ai cittadini di presentare domanda di ammissione. Il bando è una delle pochissime esperienze del genere esistenti in Italia e mette a disposizione il 50 per cento in più di fondi rispetto all'anno scorso. Sii, Ati, Comune, associazioni dei consumatori (Federconsumatori, Adoc, Adiconsum e Cittadinanzattiva) sono a disposizione per aiutare gli interessati a compilare e depositare le domande. Per aiutare le famiglie a presentare correttamente l'istanza di accesso al fondo si è deciso di attivare un servizio di assistenza continuo che coinvolge il front office, Sii, i Comuni interessati e le associazioni di consumatori. Saranno fornite informazioni e sarà data assistenza per evitare che errori nella compilazione delle domande comportino esclusioni dai benefici. Lo scorso anno le domande furono 1300, l'obiettivo di quest'anno è aumentare gli aventi diritto fino alla copertura del 100 per cento.