Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Più credito alle Pmi: stanziato un plafond di 4 milioni di euro

Esplora:

Firmato un accordo “strategico”di sostegno creditizio e di collaborazione con enti e consorzi locali

Isabella Rossi
  • a
  • a
  • a

Le piccole e medie imprese umbre avranno più facilità di accesso al credito grazie ad un accordo tra Casse di risparmio dell'Umbria, del Gruppo Intesa Sanpaolo, e Fidimpresa Umbria, il Confidi di Cna. Accordo che apre le porte ad un plafond complessivo di 4 milioni di euro, stanziato da Casse di Risparmio dell'Umbria con l'obbiettivo di “finanziare l'operatività ordinaria delle imprese umbre associate a Fidimpresa con linee di credito a breve fino a 18 mesi e investimenti a medio-lungo termine”. Interverrà inoltre, sui finanziamenti concessi dalla banca, una garanzia di Confidi per il 50% dell'importo finanziato. Accordo strategico Con il rinnovo di una convenzione che mancava da due anni è stato firmato lunedì mattina un accordo definito strategico da Roberto Giannangeli, direttore di Cna Umbria che ha anche sottolineato il ruolo e la funzione chiave dei confidi nel rapporto banca-impresa. Un ruolo che per Giancarlo Cardinali, presidente di Fidimpresa Umbria, è possibile svolgere come Confidi, sia grazie al naturale orientamento al target di piccola e media impresa. Che grazie al forte radicamento territoriale. “Con questa iniziativa Casse di Risparmio dell'Umbria dimostra di voler restare a fianco delle imprese umbre in questo momento congiunturale delicato - così il suo direttore generale, Vanni Bovi -. Attraverso l'accordo con Fidimpresa abbiamo aggiunto un ulteriore tassello alla nostra strategia di sostegno creditizio e di collaborazione con gli enti ed i consorzi locali”. E in un periodo dove addirittura sono le richieste di credito a calare, forse per rassegnazione al rifiuto oltre che per mancanza di speranze nel futuro, insomma, la ripartenza passa per gli investimenti sul territorio. Servizio integrale nel Corriere dell'Umbria del 4 marzo 2014