Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gianluca Laliscia guiderà la nazionale militare ai Mondiali

default_image

L'appuntamento è fissato a Dubai International Endurance City dal 2 all'8 marzo. Il cavaliere perugino commissario tecnico degli azzurri

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Sarà guidata da Gianluca Laliscia la squadra italiana che prenderà parte alla seconda edizione del World endurance military championship, il campionato mondiale militare di endurance, in programma a Dubai dal 2 all'8 marzo. Il 45enne cavaliere e tecnico perugino, fondatore e “anima” di Italia Endurance, esponente di punta dell'endurance italiano da venti anni a questa parte, vincitore della storica medaglia d'oro a squadre ai Mondiali 2004 e protagonista dello sviluppo a livello internazionale che l'endurance equestre ha conosciuto di recente, si appresta dunque a un'altra esaltante esperienza. “Nel corso degli anni ho avuto l'opportunità di vestire la maglia della nazionale nelle competizioni più importanti – confessa Gianluca – ma questa possibilità che mi viene data rappresenta una sfida ancor più bella e impegnativa, un incarico nel quale mettere a frutto tutte le competenze e le conoscenze acquisite finora. Guidare la nazionale militare ai Mondiali è una grande responsabilità, alla quale spero di poter assolvere nel migliore dei modi, tanto più in considerazione delle difficoltà di una gara sui 120 chilometri che si correrà nel deserto e alla quale prenderanno parte i migliori specialisti del mondo”. L'appuntamento, fra poco più di due settimane, è fissato a Dubai International Endurance City per un evento che sin dalla sua prima edizione, nel 2012 in Bahrain, si è affermato per l'assoluta qualità dei suoi partecipanti: non a caso a vincere fu Sheikh Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum, principe ereditario di Dubai, che in sella a Pelton ebbe la meglio su un centinaio di binomi in rappresentanza di 19 nazioni. Gianluca sarà il commissario tecnico della squadra che avrà nelle proprie file il caporal maggiore scelto Jacopo Di Matteo, il primo caporal maggiore Chiara Marrama, il primo caporal maggiore Matteo Paolucci, il caporale Mario Sorrentino e il carabiniere Nicola Erculei. La delegazione italiana sarà guidata dal colonnello Max André Barbacini, presidente del Comitato sport equestri del Cism e capo delegazione, al fianco del quale ci saranno il capitano Andrea Colotti, segretario del Comitato sport equestri del Cism, e il maresciallo Francesco Giacomi, responsabile della squadra.