Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, guerra al liceo classico tra studenti e preside. Sequestra domanda per il collettivo dei ragazzi

Sabrina Busirivici
  • a
  • a
  • a

Al liceo classico Mariotti di Perugia la creazione di un collettivo studentesco diventa un caso. Che fa così: l'Unione degli studenti presenta i moduli per la richiesta all'ufficio protocollo e, secondo il racconto di Pietro Covarelli rappresentante d'istituto e membro dell'Uds, la dirigente scolastica “sequestra” i documenti e il vice preside minaccia di prendere provvedimenti disciplinari. Ma c'è anche un'altra versione, quella di Giuseppina Boccuto, la dirigente: “Nessun sequestro, tengo in deposito la domanda in attesa che sia tecnicamente perfezionata: manca un mittente per essere protocollata. Non sono mai entrata nel merito del contenuto, ho semplicemente detto di aspettare il ritorno a scuola, il 7 gennaio, per procedere e capire esattamente cosa gli studenti intendano fare”. Passo indietro: l'Unione degli studenti si è attivata nelle settimane scorse per la creazione di un comitato studentesco e ha indetto una raccolta firme ottenendo 120 adesioni (su circa 900 studenti). Sabato scorso, ultimo giorno prima delle vacanze, i moduli sono stati presentati all'ufficio protocollo. E da qui è nata la discussione.  Leggi articolo completo nel Corriere dell'Umbria del 24 dicembre 29019