Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, l'edicolante Riccardo Cerami: "Ecco la mia ricetta per far sopravvivere le rivendite di giornali"

default_image

Sabrina Busirivici
  • a
  • a
  • a

“Meno tasse e la possibilità di preservare la rivendita dei giornali incrementandola di ulteriori servizi come accade in altri comuni d'Italia: dal diventare Amazon hub a piccole anagrafi”. E' Riccardo Cerami a parlare, trentenne, lui vive e lavora nel centro storico di Perugia dove da dieci anni ha una edicola in via dei Priori. Cerami è tra i pochi edicolanti che oggi popolano il centro storico e anche lui interviene sulle difficoltà di un'attività che deve fare fronte sia alla contrazione del mercato editoriale sia alla crisi dell'acropoli. La riflessione prende spunto proprio dalla prossima chiusura della rivendita di giornali in piazza Matteotti. Il titolare, Ugo Isidori, ha annunciato che andrà in pensione e nessuno ha rilevato la sua attività. Da qui Cerami parla della necessità di ridurre le tasse soprattutto rispetto al suolo pubblico e al balzello sulla raccolta di rifiuti ma pensa anche a un progetto partito in altre città d'Italia: diventare anche piccole anagrafi. Servizio completo sul Corriere dell'Umbria del 22 dicembre 2019