Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, falsi passaporti per gli Usa: preso latitante

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Falsi passaporti per entrare negli Stati Uniti. Arrestato un cittadino albanese di 57 anni latitante da quasi due anni. Sono stati gli agenti della polizia a rintracciarlo, dopo lunghe indagini, in un appartamento di Tirana dove si era rifugiato per sfuggire al mandato d'arresto spiccato dal tribunale di Perugia. L'uomo, insieme a un connazionale e a due italiani che all'epoca dei fatti gestivano un'agenzia di viaggio nel Folignate, aveva messo in piedi un sistema per far entrare cittadini albanesi in America con un visto provvisorio. L'operazione Overtime si era chiusa a gennaio 2018. Secondo quanto spiegato dalla questura, i due albanesi provvedevano alla contraffazione di passaporti italiani dei quali era stato denunciato il furto o lo smarrimento, apponendovi le foto e le generalità dei connazionali che volevano recarsi negli Usa. I due italiani, invece, prenotavano i biglietti aerei compilando il modulo Esta (Electronic system for travel authorization ovvero Sistema elettronico per l'autorizzazione al viaggio) e dichiarando falsamente che i viaggiatori possedevano la doppia cittadinanza, albanese e italiana. In questo modo, molti cittadini albanesi hanno potuto fare ingresso negli Usa senza bisogno di visto d'ingresso, potendo fermarsi teoricamente per i soli 90 giorni previsti dal regime Esta, ma in molti casi rimanendo negli Stati Uniti ben oltre la scadenza consentita. Il tutto, ovviamente, dietro lauti compensi. Il 57enne è stato portato in carcere a Perugia.