Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emergenza furti, come funziona la tecnica della bottiglietta con cui i ladri aprono porte e portoni

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Basta una bottiglia o una bottiglietta d'acqua ai ladri per introdursi in case e abitazioni per svaligiarle. E senza portare con sè arnesi da scasso compromettenti. I malviventi, si sa, ne inventano sempre una nuova, ma spesso sono i nostri errori a spianargli la strada per compiere dei furti. Se, ad esempio, si esce di casa senza chiudere la porta a chiave, per i ladri è facilissimo entrare: basta ritagliare la plastica tanto da ricavarne una lastra di pochi centimetri di lunghezza e introdurla tra lo stipite e la serratura. Con alcuni movimenti secchi e precisi è facile che la lastra di plastica riesca a infilarsi e provocare lo scocco della serratura. I più esperti usano, a tal fine, anche tessere come bancomat o una lastra medica. Un po' come fanno, in alcuni casi, anche i vigili del fuoco. Quindi, è banale ma è bene ripeterlo, è essenziale chiudere sempre a chiave le porte e i portoni quando si esce, così come mettere in pratica alcuni semplici consigli degli esperti, che puoi leggere qui. Leggi anche: Ladri in appartamenti e abitazioni con la tecnica dell'impressioning: ecco come funziona - L'ultima tecnica dei ladri: il metodo della graffetta