Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pensioni, dal 2020 si applica la rivalutazione al costo della vita: ecco gli aumenti previsti dall'Inps

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

A partire dal prossimo anno l'Inps applicherà la rivalutazione delle pensioni sulla base dell'adeguamento al costo della vita, definito dall'Istat. Le pensioni fino a 1.539,03 euro lordi mensili aumenteranno dello 0,4%; quelle tra questa cifra e 2.052,04 euro saliranno dello 0,39%, mentre quelle comprese tra 2.052,04 e 2.565,06 dello 0,31%. L'aumento decrescere a fronte dell'incremento del lordo, pertanto chi percepisce un assegno compreso tra 2.565,06 euro e 3.078,06 lo vedrà salire dello 0,21%, mentre salirà dello 0,19% per coloro che ne ricevono uno fino a 4.104,08 euro. Per gli importi superiori, salirà dello 0,18% fino ai 4.617,09 euro e dello 0,16% per le pensioni che superano questa cifra. Leggi anche: Pensionata di 80 anni costretta a lavorare: "Per arrivare a fine mese pulisco condomini" - Pensioni da fame in Umbria: oltre 120 mila sono tra i 500 e i 749,90 euro al mese