Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arrestati dai carabinieri due rapinatori di banche e portavalori

Esplora:

I malviventi sono stati beccati dai militari mentre rubavano 10mila euro di mobili ed elettrodomestici da un residence vacanza

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Sabato notte, i carabinieri della stazione di Sangemini, hanno arrestato per tentato furto aggravato in concorso due ternani, rispettivamente di 46 e 48 anni, già noti alle forze dell'ordine per aver commesso numerosi reati contro il patrimonio, in particolare appartenevano al sodalizio responsabile di alcune rapine a danno di banche e di due rapine a portavalori nel territorio della provincia, sgominato lo scorso anno dal reparto operativo di Terni. I due malviventi hanno tentato di impossessarsi, da un noto residence vacanza della zona, di arredi ed elettrodomestici per un valore stimato in 10mila euro circa. L'operazione è frutto di una serie di specifici servizi pianificati a seguito di alcuni furti avvenuti in zona ed ha permesso di sorprendere i due malviventi all'interno della citata struttura, intenti a caricare su di un autocarro gli arredi precedentemente smontati da sette appartamenti. Gli stessi, alla vista dei militari, hanno tentato una fuga repentina, venendo prontamente bloccati dai militari e tratti in arresto. A seguito di rito direttissimo, i due sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari fino al 10 marzo 2014. Sempre i militari del Norm-al. radiomobile hanno denunciato in stato di libertà due minorenni ternani del 1997, studenti incensurati, bloccati dopo un breve inseguimento e responsabili di danneggiamento e furto (di un navigatore) su alcune autovetture parcheggiate nel centro, nonché della tentata effrazione della porta di accesso di un negozio di abbigliamento.