Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini: "Se questo è un prete, preghiamo per lui". Il sacerdote: "Non piangerei se morisse"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Botta e risposta a distanza fra Matteo Salvini, leader della Lega e il prete che a Fuori dal coro di Mario Giordano aveva detto: "Salvini è un pezzo di me***. Non piangerei se morisse Salvini". Per approfondire leggi anche: Cori anti Salvini e non solo Arriva la risposta del capo del Carroccio, e lo fa su Twitter. "Se questo è un prete...", scrive il leader della Lega in un post pubblicato sul suo profilo del social in cui rilancia anche il servizio: "Una preghiera per lui, ne ha bisogno". Il prete in questione è don Giorgio De Capitani, 81 anni, lecchese, condannato proprio per aver diffamato Salvini. "Io sono un cittadino italiano e non mi pento di quello che ho detto", insiste. "Salvini deve morire quando deve morire, di certo io non piangerei", ha affermato davanti alle telecamere. “Non piangerei se morisse Salvini”. Se questo è un prete... Una preghiera per lui, ne ha bisogno. pic.twitter.com/55gPRhHRor— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) December 7, 2019