Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Farburger e farsiccia al debutto nella patria del farro dop

Esplora:

Due inediti della gastronomia presentati alla Mostra-Mercato di Monteleone

Alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Il farburger e la farsiccia. A Monteleone di Spoleto sono stati ufficialmente presentati due inediti della gastronomia durante la Mostra-Mercato del Farro “Dop” e dei Prodotti Tipici della Montagna. ll farburger nasce dagli studi dell'antropologa Marilena Badolato sul farro di Monteleone di Spoleto e su altre preparazioni culinarie, in collaborazione con la chef Renata Petrangeli. E' un burger vegetariano che ha come base il "Triticum dicoccum", la specie più pregiata del prezioso cereale, riconoscibile per i chicchi vitrei e coltivato a Monteleone da tempo immemorabile. Il farro Dop europeo è mescolato a legumi e verdure: un armonico "flavour" che lega insieme altre eccellenze gastronomiche dell'Umbria (cipolla di Cannara, sedano nero di Trevi, patate di Gavelli, la farina di Canapa di Sant'Anatolia di Narco, l'olio della cultivar San Felice di Giano dell'Umbria e i legumi della Valnerina). La “farsiccia” (neologismo per “salsiccia di farro”) al (poco) macinato di maiale aggiunge farro, frutta secca e “garum” (il preparato che nell'Antica Roma costituiva una sorta di condimento universale). La nota dolce è accentuata da una salsa di mosto cotto e mele cotogne.