Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Assolto dalle accuseil presidente Eros BregaPrescritto il peculato

Si è conclusa con una sentenza di assoluzione la lunga giornata del presidente del consiglio regionale Eros Brega processato per fatti legati agli Eventi valentiniani

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Assolto dalle accuse di falso e concussione il presidente del consiglio Eros Brega. Prescritta l'accusa di peculato. Lacrime dopo la sentenza.  Si è conlusa così  la sentenza di primo grado nei confronti del presidente del consiglio regionale Eros Brega. Ad emetterla è stato il tribunale di Terni in composizione collegiale (presidente Massimo Zanetti, giudici Angelo Matteo Socci e Simona Tordelli) dopo la discussione. Brega era accusato di peculato in ordine alla gestione, da assessore comunale al ramo, dei fondi sugli eventi valentiniani. Il pm Elisabetta Massini ha chiesto 5 anni e 6 mesi di reclusione. I reati contestati erano, più in particolare, peculato e concussione ma per una parte delle imputazioni relative all'accusa di peculato la pubblica accusa ha chiesto l'assoluzione.  Il legale difensore dell'esponente Pd era l'avvocato Manlio Morcella.    Il difensore di Eros Brega, l'avvocato Manlio Morcella, ha concluso nel pomeriggio la sua arringa con cui ha cercato di smontare tutte le accuse. “Le cifre contestate – ha detto tra l'altro – si riducono al massimo a 12.000 euro in 5 anni e non vi è una sola prova che dimostri che quei soldi siano finiti al mio assistito”.  Dopo la sentenza di assoluzione i commenti: "Una sentenza perfetta, inappuntabile - ha detto l'avvocato Manlio Morcella - che restituisce in pieno il presidente del consiglio regionale alla politica". La moglie e alcuni amici e familiari, presenti in aula, hanno abbracciato a lungo Brega.  Il Pd dell'Umbria esprime soddisfazione per l'assoluzione, perché il fatto non sussiste, del presidente del Consiglio regionale Eros Brega stabilita questa sera dal Tribunale di Terni. “Siamo soddisfatti – sottolinea il segretario del Pd Umbria Lamberto Bottini – per l'esito positivo di questa vicenda. Esito che rappresenta un elemento di rasserenamento per l'istituzione regionale, per la politica e per il Partito democratico”. “E' questa l'occasione – conclude Bottini – per esprimere nuovamente la nostra vicinanza al presidente Brega”.