Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maltrattamenti al nido, maestra sospesa dall'incarico

default_image

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Qualora rientrasse a scuola “potrebbe persistere con gli stessi atteggiamenti dalla donna non percepiti come penalmente rilevanti, ma come modalità particolari per abituare la bambine a mangiare i cibi non graditi”. E' per questo che il gip di Spoleto, Federica Fortunati, ha sospeso la maestra dall'esercizio delle pubbliche funzioni che svolgeva all'asilo nido di Deruta. La donna però, indagata per maltrattamenti nei confronti di due bambine, è tornata in libertà ieri pomeriggio. Dopo l'interrogatorio di garanzia infatti, nonostante il parere contrario del pm, il giudice che la scorsa settimana l'ha fatta arrestare dai carabinieri di Todi, ha disposto la revoca dei domiciliari e l'ha rimessa in libertà. Nel corso del confronto con il giudice, secondo quanto emerso, la maestra si è scusata per i suoi comportamenti e ha chiesto perdono attribuendo l'accaduto ad un momento di pesantezza vissuto. “La stessa indagata - scrive il giudice nel provvedimento emesso ieri - di vivere in una situazione di forte stress determinata dai frequenti contrasti più volte avvenuti sul posto di lavoro con alcune educatrici e dipendenti del nido”.