Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viadotto a rischio sulla Flaminia fra Spoleto e Terni, Umbria tagliata in due: sopralluogo Anas

Al centro il tratto della Flaminia chiuso. A destra e sinistra le alternative

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

L'Anas ha chiuso provvisoriamente il tratto della Flaminia fra Spoleto e Terni all'altezza del valico della Somma. Sono in corso verifiche sul secondo viadotto dopo la galleria (in direzione sud), verifiche di accertamento che proseguiranno questa mattina. Comunque finiranno i controlli, emergono in modo eclatante le difficoltà del territorio spoletino e il suo isolamento viario come quello della regione. Per approfondire leggi anche: L'assessore regionale: "Avevo chiesto verifiche" Verifiche tecniche La strada statale 3 “Via Flaminia” è provvisoriamente chiusa in entrambe le direzioni tra Strettura e il valico della Somma (dal km 111 al km 115) lungo la tratta Spoleto-Terni, dove ieri mattina, giovedì 28 novembre, è stata effettuata un'ispezione programmata su un viadotto da parte degli ingegneri dell'Anas. La chiusura si è resa necessaria per consentire il completamento delle attività di verifica, che si concretizzeranno oggi. L'Anas regionale non ha voluto aggiungere altri dettagli in attesa delle risposte definitive che saranno fornite questa mattina: per quello che è dato sapere si tratterebbe di un problema ad un giunto e di alcune anomalie alla struttura che non devono aver convinto i tecnci dell'Anas che hanno voluto prendere altro tempo per ulteriori verifiche. Si tratta certo di un controllo di routine che rientra nell'attività trimestrale e annuale ma l'impatto del provvedimento ha un peso dopo i fatti di Genova. Oggi dunque sono tre le ipotesi possibili: la riapertura immediata della Flaminia, una riapertura controllata con sensi unici alternati e limitazioni al traffico pesante. In ultima ipotesi, la peggiore, la chiusura per lavori di manutenzione. Le deviazioni La chiusura del tratto e le conseguenti deviazioni della viabilità previste da Anas avranno un impatto dalla portata enorme. Si tratta nella maggior parte dei casi di strade non adeguate alla mole di traffico, considerate da molti poco più che mulattiere. Deviazioni che allungheranno il percorso di almeno 18 chilometri. Sarà una giornata pesante anche per gli abitanti di Strettura invasi dalle auto. Nel dettaglio il traffico pesante sarà deviato sulla strada statale 209 “Valnerina”. Per i mezzi pesanti provenienti da Terni l'uscita obbligatoria è allo svincolo “Terni Est” della statale 675 “Umbro Laziale”. I tir proseguiranno fino allo svincolo di Sant'Anatolia di Narco, per poi immettersi nuovamente sulla Flaminia in corrispondenza dello svincolo di Eggi (resta ovviamente possibile anche l'alternativa della E45). Chi proviene da Spoleto farà il percorso inverso, uscirà dalla “Flaminia” allo svincolo di Eggi in direzione Norcia (SS685) e prenderà l'uscita a Sant'Anatolia di Narco in direzione Terni. Il traffico leggero (fino a 3,5 tonnellate) è deviato sul vecchio tracciato, con indicazioni sul posto. Patrizia Antolini