Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crollo del viadotto sulla Torino-Savona, si teme anche un cedimento del ponte gemello: le foto del disastro

default_image

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Giù 30 metri di strada Il maltempo ha colpito con furia inaudita. Un tratto di viadotto Madonna del Monte lungo la Torino-Savona è crollato nel pomeriggio di oggi, domenica 24 novembre.  Per approfondire leggi anche:Guarda il video impressionante - Guarda il video dell'alto Una trentina di metri circa di autostrada, dopo l'innesto con la A10, a un chilometro e mezzo da Savona verso Altare. I vigili del fuoco parlano di crollo che per fortuna non ha coinvolto persone, ma sono in corso verifiche.  Alle 16 il governatore Toti di ritorno da un sopralluogo ha dichiarato: "Qualcuno avrebbe segnalato un'auto in transito al momento del cedimento ma non è una segnalzione certa. Comunque i vigili stanno effettuando le ricerche in una coltre di di circa due metri di fango". Frana si è staccata Secondo una prima ricostruzione una frana si sarebbe staccata dal monte e avrebbe trascinato dietro di sè il viadotto e l'impalcato autostradale. L'autostrada A6 Torino-Savona è interrotta tra Savona e Altare, in direzione Torino. A scopo precauzionale il traffico è stato  interrotto anche nel tratto opposto, in direzione Savona. Al momento le ricerche sono condotte con la massima attenzione perché dalle prime ispezioni si teme anche un cedimento del viadotto gemello quello in direzione Savona. Più pioggia che in alluvione «Siamo stati oggetto di una ondata di maltempo straordinaria. Nelle ultime 36 ore sono caduti più millimetri d'acqua che nella alluvione del 2014. Stiamo parlando di un evento di proporzioni come non se ne ricordavano sulla regione» ligure. Lo ha detto il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti al punto stampa in prefettura a Savona, sul crollo della porzione di viadotto sulla A6, tra Savona e Altare. Le frane sono molte decine da Genova a Ventimiglia, si denota una fragilità del territorio», aggiunge Toti.  "Subito stato emergenza"  «Sul viadotto crollato sulla Torino-Savona sarà la magistratura a fare gli opportuni accertamenti, quello che sappiamo è che nelle ultime 24 ore la Liguria è stata interessata da oltre 50 fronti franosi che hanno dimostrato, ancora una volta, la totale fragilità del nostro territorio di fronte a eventi atmosferici, bisogna dirlo, davvero estremi. La viabilità, già indebolita dopo le intense precipitazioni dei giorni scorsi, risulta notevolmente compromessa. Molti comuni sono in seria difficoltà anche a causa delle strade interrotte dalle frane». Lo scrive, in una nota, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera, il ligure Sergio Battelli.