Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La copia di uno Stradivariforgiata a Corcianoper il suono perfetto

Il liutaio corcianese Filippo Protani ha Il liutaio corcianese Filippo Protani ha vinto il premio per la migliore acustica medaglia d'argento al 4° concorso internazionale per strumenti antichizzati organizzato dalla Anlai

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

I violini con il suono migliore si fanno a Corciano. Il liutaio corcianese Filippo Protani ha vinto il premio per la migliore acustica medaglia d'argento al 4° concorso internazionale per strumenti antichizzati organizzato dalla Anlai (Associazione Nazionale Amici della Liuteria Italiana). La premiazione si è svolta il 21 settembre scorso nella Chiesa di Santa Maria della neve del Romanino a Pisogne, in provincia di Brescia. Protani, unico italiano premiato, ha partecipato con la copia perfetta di uno Stradivari del 1818 che è stato suonato il giorno precedente alla premiazione durante la prova acustica nella splendida cornice del Teatro dell'Accademia di Belle Arti Tadini di Lovere, Bergamo. Al concorso Anlai, l'unico al mondo dedicato esclusivamente agli strumenti antichizzati, hanno preso parte un centinaio di maestri liutai provenienti da 20 nazioni del mondo. I loro violini, viole, violoncelli antichizzati o copie di famosi strumenti antichi sono stati valutati dalla giuria presieduta dal maestro Florian Leonhard e composta da prestigiosi maestri liutai e musicisti provenienti da tutta Europa, dalla Cina dal Giappone e dagli Usa. Gli strumenti sono stati giudicati per la bellezza della loro fattura e per la qualità del suono che producono. Le opere premiate resteranno in mostra sino al 6 ottobre.