Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caldo africano al top, giù le temperature a Ferragosto

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

“L'estremo Nord Italia si prepara all'arrivo di una nuova perturbazione atlantica che in maniera repentina scalzerà via l'alta pressione a suon di temporali a iniziare dai rilievi alpini ma successivamente anche su diverse zone della Pianura Padana.” – lo conferma il meteorologo Francesco Del Francia di 3bmeteo.com che aggiunge – “saranno le zone alpine e prealpine a ricevere i temporali più intensi che assumeranno anche carattere di nubifragio con associate grandinate e raffiche di vento anche superiori ai 70-90km/h. ANTICICLONE AFRICANO SUL CENTRO-SUD ITALIA, PUNTE DI OLTRE 40°C ”Nel frattempo saranno proprio le giornate di lunedì e martedì (dopo quella di domenica) quelle in cui si registrerà il picco del caldo rispettivamente sulle regioni centro-meridionali della Penisola” – prosegue Del Francia di 3bmeteo.com – “noteremo condizioni soleggiate dalla Romagna sino alla Sicilia, fatta eccezione per il transito di nubi medio-alte, anche compatte, nel corso di lunedì tra Liguria, Toscana ed Emilia, ma soprattutto ritroveremo l'ennesimo aumento delle temperature: sono attese infatti punte massime di 39-41°C sulle aree interne del Centro-Sud e delle Isole maggiori. Qualche grado in meno lungo le coste, complici le brezze marine, ma con afa alle stelle; molto afoso anche in Pianura Padana, ma in generale su tutte le grandi aree urbane, specie nella ore serali e notturne.  A FERRAGOSTO TORNA L'ANTICICLONE DELLE AZZORRE, INSIDIE SOLO AL NORD-EST E SULLA DORSALE APPENNINICA “Tra 14 e 16 agosto l'Italia vedrà il probabile ritorno dell'anticiclone delle Azzorre che regalerà giornate estive ma con caldo senza eccessi. Le uniche note instabili a ciclo diurno dovrebbero persistere solo sull'estremo Nord-Est (specie a ridosso delle Alpi) e sull'Appennino centro-meridionale. Quest'ultima tuttavia resta una linea di tendenza che necessiterà di ulteriori conferme e aggiornamenti nei prossimi giorni” – concludono da 3bmeteo.com