Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Festa dei ceri, patto di amicizia tra muratori con la Real Maestranza di Caltanissetta

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Anche la Real Maestranza di Caltanissetta, guidata al Gran Cerimoniere Gianni Taibi, è previsto che sia presente per la Festa dei Ceri di Gubbio, per il secondo anno consecutivo, un momento significativo di confronto e scambio con l'Università dei Muratori di Gubbio. Si tratta di una realtà articolata al suo interno, che prevede diverse figure istituzionali e raccoglie le varie maestranze, come muratori, scalpellini, eccetera, proprio come l'eugubina Università dei Muratori, Scalpellini, Calzolai, Fabbri, Falegnami, Sarti ed arti congeneri. La Real Maestranza nasce è un'antica istituzione di Caltanissetta. Nel 1520 le maestranze artigiane si proposero in difesa delle coste. Nel 1551 ottengono il diritto di riunirsi in Corpo Unico di Milizia Cittadina comandato da un Capitano d'arme. Risale al 1806 la vicenda che permise alla Maestranza di fregiarsi del titolo di Reale: Ferdinando IV di Borbone, in visita alla città di Caltanissetta, fu accolto dall'imponente spettacolo delle maestranze cittadine in solenne corteo; positivamente impressionato, il re volle insignire la Maestranza del titolo di Reale. Dopo le vicende rivoluzionarie dell'inizio dell'Ottocento, al ritorno dei Borbone, il corpo fu smilitarizzato, le insegne divennero quelle che oggi ammiriamo: il Santo protettore di ciascuna categoria al centro di un campo bianco, colore del casato dei Borbone.