Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ceri, ecco le tre brocche per l'Alzata

Esplora:
Giampietro Rampini, l'autore delle tre brocche, con la figlia Giulia

B. P.
  • a
  • a
  • a

Tutto è pronto ormai per la Festa dei Ceri che, tra qualche giorno, andrà in scena a Gubbio, come ogni 15 maggio, in onore del santo patrono Ubaldo. Dopo la definizione dei nomi dei tre capodieci, nei mesi scorsi, e l'abbellimento del centro storico con i tradizionali stendardi, ora anche i simboli per eccellenza di uno dei momenti più esaltanti della giornata, l'Alzata della mattina, sono pronti: le tre “brocche” sono in attesa di essere impugnate dai capodieci Andrea Marcheggiani (Sant'Ubaldo), Andrea Fronduti (San Giorgio) e Daniele Battistelli (Sant'Antonio). I tre contenitori, che la mattina del 15 saranno levati in saluto al “campanone” prima di venire infrante a terra in segno beneaugurante, sono usciti dalla bottega artigiana di Giampietro Rampini (nella foto), appassionato ceraiolo che da sempre si impegna per valorizzare la tradizione ceramica e folkloristica eugubina.