Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Semaforo beffa-pedoni, il verde per attraversare si fa attendere troppo a lungo

Benedetta Pierotti
  • a
  • a
  • a

Lunghissime attese per poter attraversare la strada all'incrocio, sale la protesta per i semafori beffa-pedoni. Uno, due, tre, cinque, dieci. Sono i minuti che i pedoni devono attendere per attraversare la strada all'incrocio del semaforo di piazza Quaranta Martiri a Gubbio. In effetti in questi ultimi giorni i cittadini stanno riscontrando un servizio di segnalazione semaforica molto rallentato, che li costringe ad attendere che passino le auto provenienti sia dal viale del Teatro romano, a destra scendendo, sia da viale della Rimembranza, che da via Perugina stessa, di fronte all'impianto a croce, ma anche nel senso opposto. E capita che i giri di auto siano autorizzati dalla segnaletica luminosa anche più volte, da tutti e tre i lati, lasciando in attesa l'ignaro cittadino che attende di potersi spostare. Cittadini e residenti si trovano, di conseguenza, a dar voce ancora una volta al proprio malessere, dato che la situazione fa spesso arrivare in ritardo nel luogo di lavoro. Il semaforo, comunque, sarà sostituito entro la fine dell'anno, secondo i progetti, da una rotatoria costituita da una segnaletica essenziale posizionata a terra formata da pioli di separazione, al termine dei lavori per la messa in sicurezza di via Perugina, di cui già due stralci sono stati portati a termine. Una problematica, quindi, che potrebbe a breve venire risolta, dall'eliminazione dei semafori, oppure, secondo le previsioni più negative di qualcuno, aggravata: “Se le auto non dovranno più fermarsi data la mancanza di semafori, chi darà diritto ai pedoni al transito ed all'attraversamento da piazza Quaranta Martiri a via Perugina e viceversa?”. Intanto però ciò che con forza l'utenza della comunità eugubina richiede a chi di dovere è che sia rivisto l'impianto semaforico centrale per avvantaggiare e riconoscere il diritto di transito all'utenza pedonale quanto a quella automobilistica.