Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, festa senza Ceri ma Corso Garibaldi è pieno di gente. Tensione con le forze dell'ordine

Esplora:

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Oggi è Sant'Ubaldo, la Festa del Patrono. Ieri a Gubbio, nel giorno della Festa orfana della Corsa tre Giganti incatenati sui ceppi dalla pandemia, dopo le visite mattutine al cimitero e al Mausoleo dei Quaranta Martiri del sindaco Stirati, del Cappellano dei Ceri don Mirko Orsini e del Trombettiere Marco Tasso, la grande voce del Campanone ha vibrato nei vicoletti, nelle piazze. Molti sono rimasti nelle case, molti non ce l'hanno fatta e si sono riversati nelle strade “dimenticandosi” del distanziamento. Tanto che in corso Garibaldi, dopo le 18, si è radunata davvero tanta, troppa gente. Ci sono stati anche momenti di concitazione per via di controlli fatti dalle forze dell'ordine. Ma la situazione è sfuggita di mano e centinaia di persone hanno affollato come mai avrebbero dovuto fare e ci sono scappate pure una serie di denunce penali e amministrative.