Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sanità, riorganizzati i servizi della Fascia Appenninica: ecco cosa cambia

A rischio le scorte di sangue

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Il Distretto sanitario Alto Chiascio della Usl Umbria 1 ha riorganizzato i servizi territoriali nei quattro Comuni della Fascia Appenninica. Negli ultimi anni sono aumentate le richieste di prestazioni a domicilio (214 sono stati i pazienti che ne hanno usufruito nel 2014 con 4.550 accessi e oltre 11mila prestazioni infermieristiche) e ciò ha reso necessario garantire in modo prioritario tale attività rispetto ad altre. La riorganizzazione dei servizi nei comuni di Sigillo, Fossato di Vico, Scheggia Pascelupo e Costacciaro garantirà l'attività di assistenza domiciliare dal lunedì al sabato su tutto il territorio, mentre le attività infermieristiche ambulatoriali (prelievi e medicazioni) saranno disponibili a settimane alterne presso gli ambulatori dei quattro comuni. Restano invariate le attività riguardanti l'ambulatorio dermatologico e l'assistenza materno-infantile con l'ambulatorio pediatrico e il consultorio e la distribuzione di farmaci, presidi e prodotti per la nutrizione. Centralizzate le attività medico legali (certificazioni, autorizzazioni...) e le sedute vaccinali presso i centri di salute di Gualdo Tadino e Gubbio. La riorganizzazione sarà attiva da lunedì 5 ottobre. Per informazioni telefonare agli  ambulatori di Sigillo 075-9177243, Fossato di Vico  075- 919103, Costacciaro 075-9171044 e Scheggia e Pascelupo 075-9259197.