Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ai domiciliari per aver picchiato un vigile: scappa e si nasconde da un amico

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Da due giorni agli arresti domiciliari per aver picchiato un agente della polizia municipale di Gualdo Tadino, arbitrariamente è uscito di casa e se ne è andato a spasso in direzione ex scuola di Nocera Umbra, ma quando ha capito che stavano arrivando i carabinieri è scappato e si è andato a nascondere a casa di un suo amico dove i militari di Nocera Umbra in collaborazione con i colleghi di Gualdo Tadino lo hanno trovato sotto un letto e lo hanno arrestato per evasione. Si tratta un tunisino di 20 anni, che nel pomeriggio di mercoledì 26 febbraio, a seguito di convalida da parte del gip del Tribunale di Spoleto, è finito in carcere a Perugia. Lo stesso è stato anche denunciato per aver violato il divieto di ritorno nel comune di Nocera Umbra che già da tempo gli era stato imposto. A finire nei guai, per favoreggiamento, anche i due amici che gli avevano offerto riparo per sottrarsi alle ricerche dei militari.