Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il dramma della Passione nella Processione del Venerdì santo

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

I riti della Settimana Santa si caratterizzano in manifestazioni di alto contenuto religioso, tra cui la Storica Processione del Venerdì Santo, un corteo imponente che rievoca la Passione di Gesù. Presso la chiesa di San Francesco che ospiterà l'adorazione del Cristo Morto dalle 15 sino a tarda sera curata dalla confraternita della Santissima Trinità. Poi alle 20.45 sarà la volta della Processione. Questa antichissima rappresentazione dei Misteri, nel suo lento procedere per le vie della città rappresenta la tradizionale sequenza del dramma storico della Passione, con quattordici gruppi che ripropongono gli episodi più significativi della Via Crucis, con il sottofondo del Miserere cantato dalla Corale Cai. Chiudono, in modo estremamente significativo, il simulacro del Cristo Morto trasportato dalla Confraternita della SS. Trinità, la statua della Madonna Addolorata con il gruppo scout e i fedeli. Intorno alle 22, in piazza Mazzini, "Quanno Jesù in sulla Croce migronne" ovvero la rappresentazione della Crocifissione secondo il laudario lirico della Confraternita di Santa Maria dei Raccomandati in Gualdo del XIV secolo. Anche a Nocera Umbra sono previsti i consueti appuntamenti liturgici. Venerdì alle 16, presso la cattedrale la benedizione dei cibi pasquali, alle 21 dalla celebrazione "in cena domini". Sabato, alle 20.30, nel Duomo si celebrerà la liturgia della passione del Signore, con la solenne veglia pasquale a partire dalle 22. Domenica di Pasqua alle 11 in cattedrale la messa celebrata dal vescovo Domenico Sorrentino. In calendario la tradizionale processione della passione di Cristo di Villa Postignano, rappresentazione che ripercorre attraverso l'animazione di alcune scene le ultime ore della vita di Gesù, realizzata dall'associazione francescana e dalla parrocchia.