Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In cima al monte Argentellacon lo Sci Club Valsorda

L'innevamento recente ha creato qualche difficoltà nell'ascesa, ma molto divertimento nella discesa

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Domenica 30 marzo, lo Sci Club Valsorda ha effettuato un'uscita di Sci alpinismo sui Monti Sibillini con gli amici d'Abruzzo del Gruppo Grotte Forre. Così in tanti hanno attraversato il Pian Perduto dal Fontanile, con gli sci sullo zaino fino al Portella del Vao (1400 m) da dove si inizia a salire dalla piana di San Lorenzo, per il Canale  San Lorenzo fino alla vetta del Monte Argentella (2000 m). Stupenda giornata di sole, ma l'innevamento recente avvenuto con tanto vento ha riempito il canale di tanta neve riportata e in parte gelata, rendendo la salita più impegnativa del solito. Alcuni hanno effettuato la salita con gli sci, altri con le ciaspole. Scrive la presidente dello Sci Club Valsorda Mara Loreti: "In vetta abbiamo  festeggiato con salsicce e vino portate da Danilo, che alle 5 ha lasciato Ortucchio (Parco nazionale d'Abruzzo)per venire insieme a Guglielmo ed altri a raggiungere gli amici gualdesi).  La neve recente ci suggerisce di affrontare in discesa la ripida parete del Paginone che scende dall'Argentella, tra il Canalone di San Lorenzo e i Canali Gemelli. Discesa fantastica fino nella piana, inaspettata e soprattutto mai percorsa! Ottima, fantastica sciata! Il solito segretario del sodalizio, Silvano e il fotografo Guglielmo bloccano nelle loro macchine alcuni momenti di questa avventura in allegria con gli amici di sempre. Il manto della neve a causa delle recenti nevicate dovrà, in alcuni versanti ancora trasformarsi, ma il caldo di questi giorni lo permetterà di certo per la gioia degli sciatori delle pelli.Affrettatevi che sta arrivando la primavera ma ancora c'è tanta ottima neve, dai Monti Sibillini al Gran Sasso e alla Maiella". VIDEO: https://www.youtube.com/edit?o=U&video_id=b-Exkt0turg   “Le onde della neve ventata ci sospingono verso una zona che presupponiamo più liscia e divertente: il paginone, a sinistra, scendendo, del solito canale San Lorenzo. Si scende al centro del catino e poi ci si dirige a sinistra a intercettare un contrafforte arrotondato che vi porta a valle. E' stata una bella sorpresa per la qualità della neve e l'estetica del percorso che ci ha portato a valle attraverso un territorio nuovo e molto divertente.”