Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Insulti alla preside della scuola media: genitore condannato

Per riporrare la calma alla "Franco Storelli" erano dovuti intervenire i carabinieri

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Un genitore è stato condannato per aver rivolto insulti all'allora dirigente della scuola media Franco Storelli. L'episodio era avvenuto nell'aprile del 2009 e aveva visto coinvolti un gualdese genitore di una alunna della Franco Storelli e l'allora dirigente della scuola, Maria Marinangeli. L'uomo, secondo l'accusa, era stato protagonista di un'aggressione verbale nei confronti della dirigente scolastica, tanto che era stato necessario l'intervento dei carabinieri per riportare la calma. Al fatto in sé era seguita una querela che ha portato alla condanna dell'uomo nel giudizio emesso dal giudice di pace.  I fatti. Dopo un pomeriggio dedicato ai colloqui tra genitori e insegnanti, la dirigente scolastica si tratteneva fuori dall'edificio di via Lucantoni assieme ad alcuni colleghi. Al capannello di persone si era avvicinato un uomo che, senza qualificarsi, aveva iniziato a insultare con parole pesanti, al limite della violenza, preside e professori. Solo dopo qualche minuto si è capito che si trattava del genitore di una alunna, arrabbiato per l'orario dei colloqui fissato sino alle 18, che - a suo dire - impediva di prendervi parte a chi lavorava. A quel punto la dirigente scolastica si qualificava per fornire spiegazioni, ma gli insulti continuavano, tanto che preside e professori avevano prefeito rientrare all'interno dell'edificio scolastico con l'uomo che rimaneva al di fuori continuando a inveire fino all'arrivo dei carabinieri. La dirigente scolastica aveva sporto la querela che ha portato la condanna dell'uomo da parte del giudice di pace Angela Difino. Condanna al pagamento di 3.500 euro di risarcimento danni alla parte offesa e 2.700 per il reato, le spese processuali, oneri legali e di legge.