michele cucuzza bianco e nero

Il terrorismo che non quadra

01.04.2016 - 13:58

0

“Questa storia del terrorismo non mi quadra proprio. Provo un grandissimo disagio, lo scontro di civiltà mi pare un bluff spaventoso: mi viene in mente la definizione che abbiamo usato in Italia negli anni delle stragi: strategia della tensione internazionale. Dai contorni ancora oscuri: attacchi continui e regolari da parte di chi non viene dalla Siria, dall’oriente ma è nato e vissuto tra noi. Studio le religioni, conosco tanto la sura di Maria nel Corano come la definizione che del Cristo dà Maometto: se li leggi capisci che non è vero che noi siamo infedeli. C’è qualcuno che ha manomesso tutto questo. Chi? Non credo possano essere gli autoproclamatisi califfi che ricordano certi film western. Come minimo ha ragione il Papa quando parla di mercanti di armi dietro le stragi. Ho paura anch’io, soprattutto di cosa c’è dietro. Come va a finire non lo so, non mi cimento nel fare previsioni, come non ne faccio per quanto riguarda il mio lavoro, dove mi ispiro al ‘qui e ora’ di Amleto, senza traguardi prestabiliti, senza pormi limiti”. Inevitabile che siano le riflessioni e anche i dubbi a dominare nell’incontro con Ninni Bruschetta, uno degli attori più conosciuti e stimati dal pubblico italiano, che non si è certo risparmiato nel raccontare, in 90 tra film e serie televisive, da Squadra antimafia a Paolo Borsellino a Il generale Dalla Chiesa a Aldo Moro, oltre che in 40 regie teatrali, i guai di questi anni, il terrorismo nostrano, la criminalità organizzata, le mafie, sforzandosi di andare sempre controcorrente, continuando a porsi ogni volta nuove domande “senza prendere per oro colato le tendenze dominanti dell'informazione”. Nella sua autobiografia professionale appena pubblicata da Fazi con un titolo volutamente autoironico, “Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista” (il mio destino, sono felicissimo anche perché credo nel lavoro di gruppo), Bruschetta celebra come fondamentale la memoria, non solo la tecnica indispensabile per chi vuol far bene il suo mestiere, ma anche quella storica, maestra di vita: “l’ipercomunicazione da internet, che pure espande straordinariamente la nostra conoscenza, a volte minaccia di rinchiuderci in un provincialismo di ritorno. Anche a me che ho 14mila amici su tre account di Facebook capita ogni tanto di riferirmi solo a questa piccolissima porzione di opinione pubblica, dimenticandomi della totalità. Non è un caso che il social network sia nato in un college, un cortile dove cercare volti e pettegolezzi. Dipendenze in agguato, come sa anche chi assapora il gusto della popolarità e dimentica che prima o poi finisce, cosa che ho sempre pronosticato per me stesso avvertendo i miei figli che da piccoli si divertivano molto quando la gente mi fermava per chiedermi l’autografo”. Ai ragazzi che dicono voglio diventare famoso Bruschetta risponde secco: “se non vuoi essere ricordato dopo che ti hanno ucciso, come capita agli eroi, fai la scelta giusta prima, costruisci il tuo talento ogni giorno, giocando sempre come fosse la finale”. Ed eccoci alle sue più recenti perlustrazioni della società: è stato il ministro Duccio in Quo Vado?, il film record di incassi di Checco Zalone (“un talento smisurato, uno che sa leggere come pochi dentro le cose”), toni comici per raccontare il problema dell’improduttività di chi ha il posto pubblico fisso, “una tragedia di questo paese”. Presto lo rivedremo in tv nel ruolo inedito di un boss mafioso, in Romanzo siciliano (Canale 5) e Il sistema (Rai 1) : “giusto ricordare una famosa citazione: ‘la mafia è una cosa cui i siciliani hanno dato un nome, gli altri ancora no’ . La mafia è prima di tutto una mentalità, la prepotenza parassita di chi estorce denaro : non è inestirpabile ma va combattuta con fermezza, anche oggi, senza compromessi. Con gli arresti e con la cultura”. Sarà ancora sulla rete ammiraglia in Lampedusa di Marco Pontecorvo: “la nostra è l’epoca delle migrazioni, bisogna che ce ne convinciamo. Tanto vale organizzarle: basta con le umiliazioni e i morti in mare”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, Zaia risponde in diretta a cittadino: "Sua figlia è negativa"

Coronavirus, Zaia risponde in diretta a cittadino: "Sua figlia è negativa"

(Agenzia Vista) Veneto, 05 aprile 2020 Coronavirus, Zaia risponde in diretta a cittadino: "Sua figlia è negativa" Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, nel consueto punto stampa sull'emergenza coronavirus risponde in diretta al padre di una ragazza che si era lamentato perché attendeva da 24 giorni l'esito del tampone naso-faringeo della figlia: "Il tampone di sua figlia non ...

 
Coronavirus, Zaia: "Veneto ha comprato 24,7 mln mascherine"

Coronavirus, Zaia: "Veneto ha comprato 24,7 mln mascherine"

(Agenzia Vista) Veneto, 05 aprile 2020 Coronavirus, Zaia: "Veneto ha comprato 24,7 mln mascherine" Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, nel consueto punto stampa sull'emergenza coronavirus: "Il Veneto, attraverso l'Azienda Zero, ha acquistato già 24 milioni e 700 milioni di mascherine di protezione, e ne sta consegnando alle Usl 239mila al giorno" / fonte Fb Luca Zaia. Fonte: ...

 
Toti accoglie infermieri arrivati in Liguria: "Quando tutto finirà sarete nostri ospiti in vacanza"

Toti accoglie infermieri arrivati in Liguria: "Quando tutto finirà sarete nostri ospiti in vacanza"

(Agenzia Vista) Liguria, 05 aprile 2020 Toti accoglie infermieri arrivati in Liguria: "Quando tutto finirà sarete nostri ospiti in vacanza" Il presidente della Liguria, Giovanni Toti, e il sindaco di Genova, Marco Bucci, accolgono all'aeroporto Cristoforo Colombo di Genova l'aereo della Guardia di Finanza con la task force di infermieri della Protezione civile nazionale destinati alla Liguria, ...

 
Maurizio Casagrande, una cover di Arbore contro il virus: 19 artisti per un video che conquista il web

Televisione

Maurizio Casagrande, una cover di Arbore contro il virus: 19 artisti per un video che conquista il web

Una cover di Arbore contro il Coronavirus e per chi quindi, resta a casa. L'artista Maurizio Casagrande, insieme ad altri 19 artisti, con la collaborazione di quattro ...

05.04.2020

Lady Cassano, Carolina Marcialis si mostra ancora super sexy: gli scatti che infiammano Instagram

Lady Cassano, Carolina Marcialis si mostra ancora super sexy: gli scatti che infiammano Instagram

Lady Cassano incanta il web. Carolina Marcialis esibisce un fisico mozzafiato in questo periodo di quarantena nel quale si allena con costanza. La moglie di ...

05.04.2020

Quarantena da coronavirus, Martina Stella suda in salotto. Intensa seduta di attività fisica in tenuta sexy

Coronavirus

Martina Stella suda in salotto. Intensa seduta di attività fisica in tenuta sexy

Una domenica mattina, quella del 5 aprile, di intensa attività fisica per Martina Stella che ormai da tempo ha abituato i suoi fan e follower non solo a video in cui ...

05.04.2020