michele cucuzza bianco e nero

Maschere ed emozioni

28.08.2015 - 11:56

0

“Disturbo neurofisiologico che, al contrario dell'empatia, impedisce di entrare in sintonia con gli stati d'animo altrui e di riconoscere i propri”. E' così che si può definire l’alessitimia, sindrome di cui si è parlato molto questa estate. Il primo a tirarla fuori, polemicamente, è stato Beppe Grillo, accusando nel suo blog gli altri politici di essere incapaci appunto di decifrare le emozioni della gente e, quindi, di essere inadeguati a comunicare con i cittadini. Poi il termine è stato analizzato e discusso sulla carta stampata ed è stato messo in evidenza, su La Repubblica, che in un caso su tre l'origine dell'alessitimia è genetica, ma spesso c'entrano l'educazione o traumi infantili. La ricerca sulla sindrome è solo agli inizi: senza scomodare i classici della psicanalisi, pensate come si sentirà la filosofa americana Martha Nussbaum che, nel 2001, scrivendo il poderoso saggio “L'intelligenza delle emozioni”, ci spiegava come da sempre l'uomo abbia avvertito il bisogno di indagarle, farle proprie e - nei casi migliori - le abbia utilizzate mettendole a base della compassione, dei rapporti sociali, dell'amore, della letteratura: “Le emozioni come reazioni intelligenti alla percezione del valore”. 21 anni dopo eccoci a discutere di chi le emozioni forse le sente, ma non sa descriverle né a se stesso né agli altri. Agli studiosi, i neurologi, i terapeuti il compito di indagare e proporci ulteriori acquisizioni.
All'osservatore non specializzato non sfugge, tuttavia, come tutti noi, soprattutto sui social media, tendiamo a tralasciare, a nascondere - almeno quando postiamo racconti e commenti - fino a separarcene la nostra vera vita emotiva. Probabilmente ci crediamo pure noi: la nostra vita apparente tende sempre alla normalità, tra i nostri cari, i luoghi dell'affetto e della comodità, i piatti gustosi ben in vista, cani e gatti di casa, un paesaggio, un po' di sport, magari balli di gruppo e pure qualche bel pensiero sull'amore e sulla vita che ci fa sentire perfetti. Una favola. Appunto. E i dispiaceri? Le inquietudini, i guai? Suvvia, siamo ottimisti, positivi (tranne quando spariamo a zero sui politici). Neanche per i sogni, gli slanci, l'immaginazione c'è posto. A poco a poco, stiamo rischiando di abituarci a lasciar cadere le emozioni, non solo nella recita delle chat, ma anche nella vita reale, convinti che non possiamo essere che 'normali' per essere reali. La maschera che indossiamo mentre digitiamo rischia di farsi sostanza.
Il risultato potrebbe essere l'opposto di quello cui aspiriamo: restare in superficie, non indagare le emozioni, anche le più negative, in nome della normalità conformista, ci rende fragili, inquieti dentro anche se sordi all'esterno.
Provare qualcosa, esserne turbati, “tenere pensieri” non è una debolezza. E' la nostra condizione di umani, persino una ricchezza quando sappiamo maneggiarla e come “'investirla”. Forse faremmo bene anche a comunicarlo ai nostri figli. Se va sempre tutto bene, se si sentono in dovere di essere sempre al top (davanti a noi che li amiamo così tanto e gli diamo tutto quel che possiamo, senza mai dire di no) come faranno di fronte alle emozioni quando inevitabilmente affiorano o quando avvertono l'assenza dalla loro energia profonda (la competitività con i compagni, la paura di fare cilecca con le ragazze, di non essere attraenti)? Se persino un film pensoso alla tv si scarta perché “mi rende triste” (cioè non ho difese), se ogni notizia sgradevole del tg dev'essere esorcizzata con una battuta per sdrammatizzare, per passare ad altro, quando il passato non ci interessa e il futuro ci spaventa ma non ce lo diciamo anche se non riusciamo mai ad aspettare, come meravigliarci di tanti, troppi weekend alcolici e all'extasy di giovani che, per fare cose comunissime come ballare la notte, corteggiare e farsi corteggiare, non sfigurare con gli amici, hanno bisogno di dissociarsi da se stessi, a tappe fisse, perché sennò chi ce la fa?

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Il sarto di Torre Maura che regala le mascherine: “Facciamo il possibile”

Il sarto di Torre Maura che regala le mascherine: “Facciamo il possibile”

(Agenzia Vista) Roma, 02 aprile 2020 Il sarto di Torre Maura che regala le mascherine: “Facciamo il possibile” A Torre Maura, Giuseppe Fassari, proprietario della sartoria a via dei Colombi, ha deciso di produrre e distribuire gratuitamente mascherine. L’idea è nata dalla sua dipendente e nel giro di pochi giorni sono diventate tantissime le persone che bussano alla sua porta per avere una ...

 
Storia di un edicolante a Roma: “Triste vedere la città vuota, vi racconto le mie giornate”

Storia di un edicolante a Roma: “Triste vedere la città vuota, vi racconto le mie giornate”

(Agenzia Vista) Roma, 02 aprile 2020 Storia di un edicolante a Roma: “Triste vedere la città vuota, vi racconto le mie giornate” Le edicole sono una delle poche attività ancora aperte nei giorni dell’emergenza coronavirus. Poche le persone che passano a comprare il giornale e ancora meno i bambini che si fermano a guardare i giochi. Ecco le parole dell’edicolante di via Appia Fonte: Agenzia Vista ...

 
La pizzeria che dona gli impasti: “Chi ha bisogno può venire a prenderli”

La pizzeria che dona gli impasti: “Chi ha bisogno può venire a prenderli”

(Agenzia Vista) Roma, 02 aprile 2020 La pizzeria che dona gli impasti: “Chi ha bisogno può venire a prenderli” I gesti di solidarietà per aiutare chi ha bisogno si moltiplicano con l’emergenza coronavirus. Simone Fortini, proprietario della pizzeria “Dietro l’Angolo” a Grottaferrata, ha deciso di donare ogni sera l’impasto della pizza. Circa 30 kg che lascia fuori dalla pizzeria, o consegna a ...

 
Coronavirus, la cultura non si ferma: i musei e i siti archeologici dell'Umbria  in due video del Mibact
coronavirus

La cultura non si ferma, i musei e i siti archeologici dell'Umbria in due video del Mibact

La cultura e l'amore per il bello sopravvivono anche ai tempi del Coronavirus, anzi trasmettono valori ancor più profondi. Sono queste le sensazioni che regalano i due video dedicati al patrimonio paesaggistico e culturale dell'Umbria, pubblicati sul canale Youtube del Mibact, ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, nell'ambito dell'iniziativa "La cultura non si ferma". Tra ...

 
Amici 2020 serale, Javier Rojas ballerino finalista su Virginia Tomarchio: "Devo combinarci qualcosa" Video

Talent

Amici 2020 serale, Javier Rojas ballerino finalista su Virginia Tomarchio: "Devo combinarci qualcosa" Video

Oggi, venerdì 3 aprile 2020, si conclude Amici 2020 serale, il talent di Maria De Filippi in onda su Canale 5. E' questo il giorno della finale. Per approfondire leggi anche: ...

03.04.2020

Coronavirus e social, Paola Barale si taglia da sola i capelli. Il video del simpatico tutorial

Paola Barale

SOCIAL

Paola Barale si taglia da sola i capelli. Il video del simpatico tutorial

Ai tempi dei social e dell'isolamento a causa del Coronavirus, ci si può inventare anche parrucchieri della propria pettinatura. Come capitato a Paola Barale. La show girl ...

03.04.2020

Stasera in tv, in prima visione Rai1 Gifted – Il dono del talento, oggi 3 marzo 2020

Televisione

Stasera in tv, in prima visione Rai1 Gifted – Il dono del talento, oggi 3 marzo 2020

Un film che è una prima visione tv quello che va in onda stasera, venerdì 3 aprile 2020. Su Rai1 Gifted – Il dono del talento. Il film drammatico  è diretto da Marc Webb e ...

03.04.2020