Quell'ora d'amore

Quell'ora d'amore

10.10.2014 - 13:07

0

La chiamano “un’ ora d’amore”, l’ora settimanale di educazione sentimentale da prevedere in tutte le scuole, dalle medie alle superiori, con tanto di libri di testo e un apposito programma ministeriale, per fornire ai nostri studenti l'educazione di genere (ispirata a quella che già si studia nelle univerisità), l'educazione civica (a partire dalla Costituzione di fatto da tempo cancellata dalle lezioni) e l'educazione sessuale, in modo che i giovani apprendano fisiologia e funzioni del corpo senza rivolgere i propri mille interrogativi esclusivamente a qualche forum trovato a caso su internet. E' quanto prevede la proposta di legge presentata alla Camera da Celeste Costantino, parlamentare di Sel che fa parte della Commissione affari costituzionali. Obiettivo: far diventare senso comune la pari opportunità tra generi e l'accettazione delle diversità, il rifiuto della mercificazione del corpo della donna, la valorizzazione del ruolo della figura femminile nella storia della cultura declinata quasi sempre al maschile, il no a qualunque concezione di possesso e di violenza sul proprio partner, il tramonto dell'omofobia. “L'idea della legge” racconta Costantino, “mi è venuta quando ho cominciato a girare per i Centri antiviolenza di tutt'Italia mentre intanto consultavo dirigenti scolastici e insegnanti di ogni città: centinaia di persone d'accordo sul fatto che uno dei modi più concreti per prevenire femminicidi e violenze fosse quello di coinvolgere i ragazzi in classe. Non a caso, tante scuole, grazie alla sensibilità di dirigenti e insegnanti, hanno già cominciato a svolgere autonomamente corsi di questo tipo”.Costantino denuncia i ritardi del nostro paese: “Assieme alla Grecia, siamo l'unico paese d'Europa che non prevede educazione sessuale e all'affettività a scuola, didattica introdotta, invece, anche dalla Convenzione europea di Istanbul contro la violenza sulle donne, firmata dal nostro paese”.Le prime ad appoggiare la proposta di legge sono state le associazioni impegnate per i diritti delle donne e contro l'omofobia, oltre a rappresentanti di insegnanti e famiglie, preoccupati che i ragazzi rimangano in balia dei messaggi della rete, spesso tutt'altro che qualificati: “Alla Camera” ragiona Costantino, “la proposta di legge dovrebbe essere messa presto in discussione nella commissione cultura. Un passaggio determinante: una volta approvato in quella sede, il testo eventualmente modificato e migliorato passerebbe in aula, per essere votato”. Nel frattempo, “un'ora d'amore' è diventata una campagna di pressione che ha raggiunto 25 mila firme. 'Tra i firmatari”, commenta con soddisfazione Costantino “esponenti del Pd e del M5S e anche gli aderenti a Forza Italia che hanno su questa realtà un atteggiamento molto aperto. Le differenze su come intervenire a scuola rimangono, mi auguro che in Parlamento troveremo un accordo: si tratta di un problema che coinvolge i nostri figli, una generazione cui non si è prestata la dovuta attenzione, a partire dall'educazione sessuale e di genere”. Ma la scuola è in grado di reggere un ulteriore carico? “E' un problema serio, da discutere con il ministro Giannini. Con le classi pollaio e le preoccupazioni per gli stipendi degli insegnanti, una scuola che non gode di buona salute, con una materia in più, potrebbe rischiare la saturazione. In una prima fase”, conclude Costantino, “si potrebbero prevedere solo corsi di formazione per gli insegnanti e lezioni da concentrare - invece dell'ora settimanale subito - in un periodo dell'anno scolastico. Nessuna rigidità precostituita. Inaccettabile invece è il rifiuto ideologico di affrontare a scuola temi seri come questi da parte di chi pensa che si tratterebbe di uno 'cippo alle famiglie. Non ci si può ancora illudere che esista la famiglia ideale, da spot televisivo, mentre poi i ragazzi vengono lasciati soli di fronte a interrogativi decisivi per la loro formazione e la nostra convivenza”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump: "Prossima settimana la più dura, ci saranno molti morti"

Trump: "Prossima settimana la più dura, ci saranno molti morti"

(Agenzia Vista) Washington, 04 aprile 2020 Trump: "Prossima settimana la più dura, ci saranno molti morti" "La prossima settimana probabilmente sarà quella più dura. Purtroppo ci saranno molti morti, molti meno di quanti non ce ne sarebbero stati senza le misure, ma ci saranno morti". Così il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, nel corso del consueto punto sull'emergenza coronavirus. ...

 
Sirene spiegate e applausi, l'omaggio dei vigili del fuoco agli operatori sanitari a New York

Sirene spiegate e applausi, l'omaggio dei vigili del fuoco agli operatori sanitari a New York

(Agenzia Vista) New York, 04 aprile 2020 Sirene spiegate e applausi, l'omaggio dei vigili del fuoco agli operatori sanitari a New York I vigili del fuoco di New York hanno reso omaggio agli operatori sanitari in prima linea per combattere l'emergenza coronavirus, fermandosi con le sirene spiegate ad applaudire fuori dagli ospedali. Fonte: Twitter Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Coronavirus, Tremonti: "Eurobond sarebbero stati soluzione maestra"

Coronavirus, Tremonti: "Eurobond sarebbero stati soluzione maestra"

(Agenzia Vista) Roma, 04 aprile 2020 Coronavirus, Tremonti: "Eurobond sarebbero stati soluzione maestra" La videovconfereza di Europa Etica dei cittadini e delle autonomie, con la partecipazione di Giulio Tremonti, del presidente di Federterziario, Nicola Patrizi, del presidente dell'associazione Guido Carli, Federico Carli e con Angelo Polimeno Bottai, presidente di Eureca e vicedirettore del ...

 
Video Elettra Lamborghini, piccolo paziente e due infermiere ballano all'ospedale Musica (e il resto scompare)
Social

Video Elettra Lamborghini, piccolo paziente e due infermiere ballano in ospedale Musica (e il resto scompare)

"Il video più bello che vedrai oggi". Esulta Elettra Lamborghini nel pubblicare un filmato sul suo profilo Instagram. E ha ragione. Si tratta di immagini molto particolari, soprattutto in piena quarantena da Coronavirus. Mostrano, infatti, un piccolo paziente dell'Ospedale Pausilipon di Napoli mentre balla in corsia insieme a due infermiere, sulle note del brano Musica (e il resto scompare), ...

 
Da Noi a ruota libera, ospiti e anticipazioni di oggi domenica 5 aprile 2020 con Francesca Fialdini

Televisione

Da Noi a ruota libera, ospiti e anticipazioni di oggi domenica 5 aprile 2020 con Francesca Fialdini

Pomeriggio in tv domenicale con un appuntamento confermato. Nella nuova puntata di 'Da noi... A ruota libera', in onda oggi alle 17.35 su Rai1, Francesca Fialdini ospiterà in ...

05.04.2020

Samanta Togni contro Samuel Peron, oggi la sfida di salsa di Ballando a casa (Instagram ore 17.30)

social

Samanta Togni contro Samuel Peron, oggi sfida di salsa (Instagram ore 17.30)

Chi pensava che la sfida di Ballando a casa tra Samanta Togni e Samuel Peron fosse finita con il tango, non aveva fatto i conti con la gran voglia di danzare che hanno i due, ...

05.04.2020

La Casa di Carta, la fidanzata di Gallinari incredula su Instagram: "Ma davvero è finita così"

SOCIAL

La Casa di Carta, la fidanzata di Gallinari incredula su Instagram: "Ma davvero è finita così?"

In piena emergenza Coronavirus c'è l'occasione per seguire le numerose serie tv proposte sulle varie piattaforme. La più attesa senza dubbio è La Casa di Carta, serie ...

04.04.2020