Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'alimentazione nel mondo dello sport

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Il cibo, e noi italiani lo sappiamo bene, è prima di tutto cultura. È vita, e spesso è scelta di vita. Stili di dieta sani ed equilibrati quasi sempre coincidono con canoni di vita stabili. Nello sport, come al solito, tutto è accentuato. Il grande sportivo ha sempre dietro un alimentazione precisa e ben determinata. Basti pensare che negli ultimi anni la figura del nutrizionista è diventata imprescindibile nello staff tecnico delle maggiori squadre sportive esistenti. Ancor di più negli sport singoli la cura al dettaglio sta diventando maniacale. A volte esagerata. Basti pensare all'esempio di Novak Djokovic, tennista serbo a lungo ai vertici delle classifiche mondiali, che oltre ad utilizzare una dieta vegana molto rigida, a causa anche di alcuni problemi personali, ha addirittura aperto un ristorante “Free gluten”. Insomma, nell'epoca del minuzioso perfezionamento atletico, nutrirsi adeguatamente è diventata componente essenziale della vita di molti sportivi.   È anche vero che per molti atleti professionisti spesso è lo sport stesso ad imporre le ore a cui mangiare. Quando si gioca molto, e spesso negli orari più disparati, la scelta di quando mangiare diventa cruciale. Memorabile è il racconto di Andrè Agassi, nella propria biografia “Open”, di quella volta che durante un torneo negli Stati Uniti, una partita spostata momentaneamente di orario, lo portò ad ingozzarsi di un bel pollo farcito, salvo poi essere chiamato all'ingresso in campo dopo pochi minuti, causandogli non pochi problemi di stomaco. Emerge quindi chiaro che nei giorni di gara bisogna che gli atleti stiano molto attenti a quando mangiare. Inoltre per avere un fisico asciutto o gestire la propria massa muscolare qualunque allenatore che si rispetta parte chiaramente dall'alimentazione per indirizzare un percorso di allenamenti preciso. Spesso gli sportivi professionisti costretti al giro del mondo per competere nelle proprie discipline si devono anche adeguare alle usanze locali, cercando sempre di non sgarrare rispetto ai programma alimentare.   In conclusione possiamo schematizzare arrivando a dire che per uno stile di vita sano è indispensabile una corretta dieta basata su principi sani. Anche nello sport questa componente risulta fondamentale per costruire un progetto che ambisca a grandi risultati. Se la logica aristotelica non ci tradisce quindi possiamo affermare che fare sport ci impone uno stile di vita sano!