Fondazione Piazzoli, sì alla raccolta popolare

Arianna Ciccone

PERUGIA

Fondazione Piazzoli, sì alla raccolta popolare

01.08.2014 - 15:18

0

“La Fondazione Piazzoli non sarebbe solo qualcosa di eccezionale fatta in memoria di una persona stimata a cui in moltissimi hanno voluto bene ma anche e soprattutto il riconoscimento ufficiale di un patrimonio culturale da preservare in un momento storico in cui le comunità si stanno sfaldando. E se il senso della comunità si disperde l’identità di una città viene danneggiata per sempre”. Arianna Ciccone, ideatrice e organizzatrice, insieme al compagno Chris Potter, del Festival del Giornalismo ama Perugia, città di adozione, con la stessa intensità con cui è legata a Napoli, sua città d’origine. Per questo vive i mutamenti sociali, politici ed economici, gli eventi belli e brutti, le polemiche, le proteste, le proposte con la passione e il coinvolgimento di una perugina doc.
Entrambi organizzatori di eventi, con Sergino era amica da tanti anni. Tra loro c’era una profonda stima, anche professionale. “L’ho visto per l’ultima volta nell’atrio del Pavone, durante il Festival. Era maggio. Ho sentito qualcuno dietro le spalle che diceva: ‘amorino mio’, mi chiamava così. Mi sono girata e c’era lui. Ci siamo abbracciati forte forte. L’ho visto stanco”.
Si sofferma a lungo nello spiegare come e perché il riconoscimento di un patrimonio culturale debba sempre essere in prima linea, portato avanti con determinazione da una comunità degna di questo nome “ed ognuno di noi, nel suo piccolo, si deve impegnare nel preservarlo. Il progetto Fondazione può anche fallire però va fatto. Ma se si arriverà al punto che anche su una cosa del genere ci si debba scontrare tra fronti contrapposti su base ideologica, allora veramente getterò la spugna. Con grande tristezza”.
Considerando la personalità di Sergio Piazzoli, le iniziativa e gli eventi realizzati negli anni, la ricerca musicale che ha fatto, la rete di relazioni, conoscenze, collaborazioni attivate a livello nazionale e internazionale Arianna Ciccone, dopo la fortunata esperienza fatta con il suo Festival, appoggia con fervore l’intenzione di realizzare un crowdfunding, vale a dire una raccolta economica dal basso, per sostenere la nascita della Fondazione. “Le parole chiave sono partecipazione e coinvolgimento. Dobbiamo far sentire alla comunità il piacere di partecipare. Non sono stati anni di solo business, intorno all’attività di Piazzoli c’era un progetto culturale importante. E il crowdfunding, secondo me, è una delle modalità per capire e far capire quanto sia stato importante e basilare per il territorio e per i suoi abitanti. E’ chiaro che la raccolta dal basso da sola non ce la può fare a reggere il progetto Fondazione, però è una parte fondamentale perché permette a tutte le persone che hanno apprezzato Sergio, gli hanno voluto bene, lo hanno stimato e ammirato, di partecipare in prima persona, ognuno secondo le proprie possibilità, da chi può mettere 10 euro all’imprenditore che si può permettere i 10mila euro. E’ tutta una comunità che si mobilita per raggiungere un obiettivo. A mio avviso è una delle cose più belle che si possano fare per onorare Sergino e il lavoro che ha svolto. Dando anche a ognuno la possibilità di partecipare con delle idee. Ricordo che per il Festival del Giornalismo i ragazzi dei licei hanno messo anche gli spiccetti, una parte della loro paghetta. Era un modo per dire alla comunità che quel ‘bene’ apparteneva a tutti, anche a loro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

(Agenzia Vista) Firenze, 20 ottobre 2019 Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura" Matteo Renzi interviene sul palco della Leopolda 10: "Se vogliamo essere presenti, diceva Aldo Moro, dobbiamo essere per le cose che nascono anche se hanno contorni incerti, e non per le cose che muoiono, anche se vistose e in apparenza utilissime" Fonte: Agenzia ...

 
Di Maio e l'inglese, prova superata

Di Maio e l'inglese, prova superata

(Agenzia Vista) Washington, 20 ottobre 2019 Di Maio e l'inglese, prova superata Il ministro degli Esteri, Luigi di Maio, a Washington interviene in inglese al convegno 'Un futuro comune: Stati Uniti e Italia', organizzato dal Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti / fonte FB. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Renzi lancia appello agli scontenti di FI: "Le porte di Italia Viva sono aperte"

Renzi lancia appello agli scontenti di FI: "Le porte di Italia Viva sono aperte"

(Agenzia Vista) Firenze, 20 ottobre 2019 Renzi lancia appello agli scontenti di FI: "Le porte di Italia Viva sono aperte" Matteo Renzi interviene sul palco della Leopolda 10: "Berlusconi per 25 anni ha rappresentato un modello, l'area liberaldemocratica del Paese. La destra europea in Italia. Ieri c'è stato un passaggio di consegna con Salvini che prende in mano il centrodestra. Il malessere di ...

 
Traffico rivoluzionatoper don Matteo

Spoleto

Traffico rivoluzionato
per don Matteo

Ultime due settimane di permanenza a Spoleto per il cast di Don Matteo 12. Le riprese nella città del Festival, che in questi giorni di metà ottobre sta ospitando numerosi ...

19.10.2019

Lorenzo Rinaldi ai "live": il sogno continua

su sky

Il ternano Lorenzo Rinaldi ai "live" di X Factor

Lorenzo Rinaldi, il 19enne ternano in lizza a X Factor, il talent più popolare della tv italiana, su Sky, è tra i 12 finalisti. Il giudice della sua categoria, Malika Ayane, ...

18.10.2019

Quindicenne di Trevi ne Il Collegio di Rai 2

Il docu reality

Quindicenne di Trevi ne Il Collegio di Rai 2

Asia Busciantella Ricci è la quindicenne di Trevi scelta per partecipare al docu-reality in onda da martedì su Rai 2, Il collegio. Dopo le prime tre stagioni, ambientate nel ...

18.10.2019