Ciammarughi: straordinario omaggio a Sergino

Isola Maggiore

Ciammarughi: straordinario omaggio a Sergino

26.07.2014 - 21:04

0

La “Storia senza parole” di Ramberto Ciammarughi è in realtà un infinito dialogo. Sull’Isola del tramonto, era con un amico. Con l’essenza dell’assenza. E allora stordiscono gli accenti del suo pianoforte. La sillabazione potente, schietta, sicura, armoniosa. Commuove il tema di scarne note portanti, scandite alla fine come un requiem moderno. A interpretarlo è prima lui in un soliloquio che fende l’animo pensandolo rivolto al compagno di musica che potrebbe star lì a sentirlo. Poi lo cede ai Friends, agli amici che sono con lui allungati in controluce sulla lingua del cigno che ripara il porticciolo e fa rimbalzare il silenzio di chi sta ad ascoltare. Rapito.
Così, sospeso tra l’acqua e il cielo, il racconto si dipana tra la voce del sax soprano, fino alla tromba che alla fine, con la sordina, diventa oratrice del lamento. Diverso, addirittura melanconicamente gioioso, è lo scambio di riff con la chitarra, giocato su scale ardite che stregano mentre rimbalzano.
La pioggia si allontana, rispettosa. Comincia a cadere, piano, nell’acqua, il sole; quasi turbato dalla tastiera di quel piano senza limiti di sonorità e di espressioni, di toni e tonalità, governata in assoluta libertà.
“Si chiama ‘Storia senza parole’, perché sono convinto che in molti casi non servono” aveva promesso il maestro Ciammarughi prima di sedersi al piano cercando concentrazione e ispirazione adeguata all’attesa di un pubblico che è li a chiedergli di ricordare non soltanto Sergino Piazzoli, ma il senso che lui ha voluto dare a Sunset. Si alza d’improvviso il vento quanto più la luce meno calda del sole sta in fronte. La natura, quella che, talvolta, traduce premonitrice il sentimento, anticipa il finale di questa storia senza parole vane. Fa un po’ freddo, ora. Avverti la fine. Arriva e lascia soli con il senso di un racconto che ciascuno, all’Isola del tramonto, ha interpretato con il suo verbo non codificabile e che, quindi, è riuscito a unire tutti.
Ramberto Ciammarughi se ne sta da solo, poi. Su una sedia in mezzo al prato a fissare l’acqua. Lontano, ormai, dagli applausi. Il riposo di un guerriero armato della potenza dei sentimenti può incutere timore ma non puoi fare a meno di andare ad abbracciarlo spinto dal coraggio della commozione. Non c’è niente altro da dire. Ramberto Ciammarughi ha mandato la sua musica lontano. Dove doveva arrivare.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

(Agenzia Vista) Firenze, 20 ottobre 2019 Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura" Matteo Renzi interviene sul palco della Leopolda 10: "Se vogliamo essere presenti, diceva Aldo Moro, dobbiamo essere per le cose che nascono anche se hanno contorni incerti, e non per le cose che muoiono, anche se vistose e in apparenza utilissime" Fonte: Agenzia ...

 
Di Maio e l'inglese, prova superata

Di Maio e l'inglese, prova superata

(Agenzia Vista) Washington, 20 ottobre 2019 Di Maio e l'inglese, prova superata Il ministro degli Esteri, Luigi di Maio, a Washington interviene in inglese al convegno 'Un futuro comune: Stati Uniti e Italia', organizzato dal Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti / fonte FB. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Sculture a tema, le quattro opere  realizzate

Eurochocolate

Sculture a tema, le quattro opere realizzate

Un grande grifo con un bottone tra gli artigli è la monumentale scultura realizzata da Stefano Chiacchella. Un bottone che diventa rosone nell’opera di Massimo Arzilli o che ...

20.10.2019

Traffico rivoluzionatoper don Matteo

Spoleto

Traffico rivoluzionato
per don Matteo

Ultime due settimane di permanenza a Spoleto per il cast di Don Matteo 12. Le riprese nella città del Festival, che in questi giorni di metà ottobre sta ospitando numerosi ...

19.10.2019

Lorenzo Rinaldi ai "live": il sogno continua

su sky

Il ternano Lorenzo Rinaldi ai "live" di X Factor

Lorenzo Rinaldi, il 19enne ternano in lizza a X Factor, il talent più popolare della tv italiana, su Sky, è tra i 12 finalisti. Il giudice della sua categoria, Malika Ayane, ...

18.10.2019