Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Venticinque anni fa l'arresto del mostro di Foligno

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Venticinque anni fa - era il 7 agosto del 1993 - veniva arrestato Luigi Chiatti, il cosiddetto mostro di Foligno, subito dopo l'omicidio del piccolo Lorenzo Paolucci (il secondo delitto dopo quello di Simone Allegretti compiuto il 6 ottobre del '92). Un'orrore che scosse tutta l'Umbria e che nessuno, ancora oggi, dimentica. Ieri il fratello di Lorenzo, Stefano Paolucci, su Facebook ha postato: "Fratello mio, è passato troppo tempo ed io ho perso una persona speciale ma eri, e rimarrai per sempre nel mio cuore. Io non dimentico mai né te, né il tuo splendido sorriso”. L'avvocato Giovanni Picuti, legale delle famiglie dei due bambini uccisi ha lanciato un monito: "Su Chiatti permanga la massima attenzione e vigilanza mostrate fino ad oggi dalle istituzioni.  Il mio pensiero va prima alle giovani e indimenticate vittime, poi ai loro genitori, che ancora vivono nell'angoscia". Condannato a 30 anni di reclusione dopo il riconoscimento della seminfermità mentale, Chiatti nel settembre del 2015 ha lasciato il carcere ed è stato trasferito in una Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza nella quale, come stabilito dai giudici, deve rimanere almeno tre anni.