Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Premio dai club Unesco per il restauro del convento di Acqua Premula

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

L'eccellente qualità nel lavoro di restauro è valsa al convento di Acqua Premula a Sellano, struttura ricettiva di proprietà della famiglia Tulli, non solo la capacità di resistere alla sequenze sismiche ma anche una menzione speciale nella sezione imprenditori privati in occasione del premio "La fabbrica nel paesaggio", promosso dal Club per l'Unesco di Foligno e Valle del Clitunno e giunto all'ottava edizione.  Il convento di Acqua Premula è stato selezionato, si legge nelle motivazioni “per l'impegnativo e meritevole restauro architettonico e paesaggistico che ha saputo assicurare la buona conservazione del bene culturale, risalente al XII secolo. Ugualmente valide sono le scelte funzionali capaci di garantire un uso rispettoso dell'antico complesso e, di conseguenza, la sua migliore perpetuazione nel tempo”. Il riconoscimento è stato rilasciato dalla Ficlu, la Federazione Italiana Club Centri Unesco e dalla Eufuca, la Federazione europea dei club, centri e associazioni Unesco. Nel 1964, Alceste Tulli si era imbattuto casualmente in quello che rimaneva dell'antico convento. Successivamente, insieme ai fratelli Lino e Angelo, Alceste ne acquistò la proprietà, lo ristrutturò e ottenne la concessione per lo sfruttamento della sorgente. Nel 1997, a seguito degli eventi sismici, la struttura è stata nuovamente sottoposta a restauro. “Apprezziamo in modo particolare questo riconoscimento - sottolineano Laura ed Emanuela Tulli - che premia i sacrifici e l'amore che nostro nonno e nostro padre hanno profuso per il recupero della struttura. Viviamo il premio come un segnale di speranza e di rinascita in un momento particolarmente delicato per la nostra terra”.