Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Installato "naso elettronico" al Casone per monitorare i cattivi odori

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Continuano i lavori della Consulta dei cittadini e delle associazioni, a Foligno, per il monitoraggio e l'informazione circa la realizzazione e il funzionamento dell'impianto di produzione di biometano e compost dai rifiuti organici di Casone. “Annunciamo che è iniziata ufficialmente la rilevazione degli odori provenienti dall'attuale impianto di compostaggio di Casone. Infatti dopo il periodo di prova del mese di agosto - spiega il professor Sergio Ciucci, uno dei rappresentanti della Consulta nominata dall'Ati 3 - i tecnici dell'Arpa Umbria hanno installato nelle vicinanze dell'impianto il cosiddetto naso elettronico: uno strumento che avrà il compito di rilevare in maniera automatica alcuni parametri chimici gassosi riconducibili all'impianto di trattamento rifiuti attualmente in funzione. Ma per avere un quadro esatto della situazione ambientale della zona interessata è fondamentale l'intervento dei nasi umani, cioè di cittadini che abitano nelle zone limitrofe di Sant'Eraclio e di Sterpete”. A questi volontari infatti verrà consegnata una scheda su cui trascrivere giorno per giorno e ora per ora l'eventuale presenza di cattivi odori presenti nelle zone in cui abitano. Un'iniziativa gestita dall'Arpa che durerà alcuni mesi e che servirà a confrontare la qualità dell'aria attuale con quella che si respirerà dopo la messa in esercizio del biodigestore che dovrà produrre biogas e compost. Leggi l'articolo completo sul Corriere dell'Umbria