Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cavallo morto, partono gli esposti degli animalisti

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

E' bufera dopo la morte del purosangue inglese Wind of Passion alla Quintana di Foligno. Dopo l'Aidaa che ha chiesto un intervento ministeriale altre associazioni animaliste prendono posizione sulla vicenda. L'Enpa e l'Ihp (Italian horse protection) annunciano un esposto alla magistratura. Ad essere tirato in ballo, richiamando una recente ordinanza ministeriale, anche l'impiego dei purosangue inglese "considerati cavalli troppo veloci e troppo fragili per correre in circuiti come quelli in cui si svolgono palii, giostre e quintane”. Secondo le due associazioni l'incidente di domenica è “una morte annunciata” e per questo si chiede di fare piena luce. Viene chiesto anche il sequestro della carcassa del cavallo e dei video relativi all'incidente. Anche il Wwf di Perugia sollecita il sequestro del cavallo morto e un'autopsia “svolta da un consulente tecnico o in presenza di un veterinario di fiducia delle associazioni o su incarico della magistratura al fine di chiarire fino in fondo le cause di un incidente anomalo, allontanando così ombre e dubbi”. Annuncia un esposto anche il Movimento animalista (Leidaa) presieduto dalla deputata Michela Vittoria Brambilla, la cui linea è drastica: “Le manifestazioni fondate sullo sfruttamento degli animali vanno abolite senza se e senza ma".