Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aggressioni ai capotreno, raffica di denunce

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Dà frutti l'azione di prevenzione e repressione dei reati nonché di monitoraggio di viaggiatori e bagagli da parte della sezione della Polizia ferroviaria di Foligno. Dal gennaio a oggi sono state controllate e identificate 1000 persone mentre sono stati perseguiti, con relative denunce, 25 delitti per i quali è scattato un arresto e sono state denunciate 20 persone. Rintracciati anche 16 minori di cui era stata denunciata la scomparsa  o si erano allontanati dalle comunità a cui erano stati affidati. Nell'ambito dell'attività repressiva da segnalare le 10 denunce per aggressioni ai capotreno, le 5 denunce a minori (80 in tutto identificati) per spaccio di sostanza stupefacente, lesioni personali, violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale (operazione “Bad Boys”), un arresto per tentato furto e ricettazione di rame ferroviario con materiale recuperato (operazione Asparagus”), le 5 persone denunciate per spaccio di sostanza stupefacente a bordo treno ed aggressioni a personale di bordo nella tratta Foligno – Perugia, ma anche 15 contravvenzioni elevate ai sensi del DPR 753/80 delle quali una consistente elevata ad un writer che aveva invaso la sede ferroviaria e una sanzione salata per atti osceni allo scalo ferroviario di Foligno. L'intera attività è stata coordinata dal Compartimento Polizia Ferroviaria Marche-Umbria-Abruzzo con sede in Ancona e diretto dal primo dirigente Filippo Materi.