Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ballerina russa in ospedale per le ferite che si è inferta da sola

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Si è presentata al pronto soccorso del "San Giovanni Battista" con alcune contusioni e raccontando di essere stata picchiata da alcuni familiari e che la madre la costringeva a prostituirsi. Protagonista dell'episodio accaduto nella tarda mattinata di giovedì 27 novembre, una ragazza ventunenne di nazionalità russa, nei confronti della quale alla fine è invece scattato un trattamento sanitario obbligatorio e l'affidamento ad una comunità sotto la sorveglianza dei servizi sociali di Perugia. Quando i sanitari hanno raccolto il racconto della ragazza hanno immediatamente attivato la polizia di Stato e sul posto è intervenuta la "volante". Ulteriori accertamenti hanno tuttavia consentito di appurare che la ragazza lavora in un night della regione e che quelle contusioni in realtà se le era autoinferte, con il rischio che continuasse a farlo ancora. Per questo, per garantire la sua stessa sicurezza, è stato deciso il Tso.