Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anziane derubate al cimitero: "Abbiamo paura"

Il cimitero di Foligno

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

E' diventato l'incubo delle vecchiette che frequentano il cimitero. Ha circa trenta anni, è alto, molto dinamico: aspetta che la malcapitata di turno sia impegnata in un qualsiasi lavoro davanti alla tomba di un congiunto per portarsi via la borsetta appoggiata in un angolo e defilarsi in un batter d'occhio. “Venerdì - racconta Annamaria, 78 anni - di questi casi se ne sono registrati quattro. A me è andata diversamente, la borsa, quel disgraziato, me l'ha presa dal furgoncino in sosta nel parcheggio davanti al camposanto”. Annamaria è rimasta vedova dallo scorso mese di marzo e da allora, ogni giorno, si reca al cimitero per mettere un fiore sulla tomba del marito defunto. Non solo. D'accordo con altre tre-quattro signore della sua età si occupa della colonia di gatti che proprio lì ha trovato alloggio. “Porto loro da mangiare ogni mattina - spiega Annamaria - per questo avevo lasciato la borsa all'interno del furgoncino, ben nascosta e avevo preso quanto mi serviva convinta che nessuno avrebbe toccato niente. Invece quando sono tornata ho trovato la serratura del mezzo forzata con un cacciavite e la borsa era sparita. Dentro - continua Annamaria - per fortuna non c'erano soldi ma tutti i miei documenti, dalla patente di guida alla tessera sanitaria. Non mi è rimasto che andare dai carabinieri e denunciare il fatto”. Parlando con le altre nonnine della sua età, Annamaria ha scoperto di casi del genere - ultimamente - se ne stanno verificando parecchi. E ora anche all'interno del cimitero. “Venerdì - racconta - a una signora che stava pregando sulla tomba di un congiunto è sparita la borsetta. Un'altra stava sistemando i vasi, aveva appoggiato la borsa in un angolo: sparita pure quella. L'ha ritrova dopo un po', per terra ma senza soldi. In quattro-cinque ci siamo messe a perlustrare il cimitero ma non abbiamo trovato traccia di questo tizio. Ai carabinieri mi hanno detto di aver ricevuto altre segnalazioni, pare vada girando con una macchina di colore grigio”.Annamaria e le sue amiche torneranno dalle forze dell'ordine per chiedere più controlli al cimitero: “Lo devono prendere - dice Annamaria - perché non possiamo vivere con questa paura”. Una curiosità. Il tizio in questione agisce negli orari in cui il cimitero è meno frequentato, di solito durante la pausa pranzo.