Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sottopassi allagati, disagio infinito

Il sottopasso delle Condotte

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

I sottopassi che si allagano sempre quando piove diventano un caso. A porre sotto i riflettori il problema è il Movimento a 5 Stelle di Foligno che si chiede come mai quello delle Condotte viene sempre chiuso, quello del Tigre diventi un lago, mentre in via Piave il problema sia meno frequente. “Questa differenza tra i tre sottopassi - sostengono i grillini - evidenzia che non dipende solo dai fenomeni atmosferici se si allagano bensì da come sono state progettate le pompe idrovore, le fogne e gli scarichi di deflusso. Senza contare la manutenzione e la pulizia delle strade, dei tombini e delle caditoie”. Da qui l'appello a intervenire con urgenza: “E' troppo facile chiudere i sottopassi semplicemente con delle transenne e lavarsene le mani fino al prossimo temporale”. I grillini chiedono la manutenzione dei dispositivi antiallagamento.  Sugli allagamenti e i disagi creati dall'esondazione del Topino, che ha messo in allarme la città (GUARDA LE FOTO), interviene anche Lorenzo Schiarea del movimento per Foligno: “Si è dimostrano, al di là dei volontari prociv e del loro ottimo lavoro, in quali lacune versi il Comune di Foligno. Chi risarcirà il numero gli scantinati e seminterrati allagati con conseguente danneggiamento? Anche la situazione del ponte di viale Firenze e della Vittoria pongono numerosi interrogativi”.