Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus Foligno, un arcobaleno e andrà tutto bene. Anche dalla Farmacia Centrale lanciano il messaggio

Il personale della farmacia centrale i Foligno (Foto @essecia)

Iniziative spontanee si moltiplicano in tutta la regione. Un esempio dal personale della sotirca farmacia folignate

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

di Sergio Casagrande Largo Carducci, a Foligno, è un'appendice di piazza della Repubblica che unisce il cuore della città ai luoghi che, in tempi normali, costituiscono il fulcro del passeggio cittadino: Trivio e corso Cavour. Alle 11, come ormai da giorni, in giro si vede, di tanto in tanto, qualcuno. Ma incrociare passanti sta ormai diventando una vera rarità anche nei giorni lavorativi. Dalla Farmacia Centrale esce un gruppetto di persone in camice bianco e con le mascherine in volto. Si muovono a debita distanza l'una dall'altra e guardano la vetrina dove hanno appena collocato un grande foglio con un arcobaleno e la scritta “Andrà tutto bene”. Un disegno e un messaggio di speranza diventato comune in tutta Italia. Sono i farmacisti e i collaboratori della Centrale, una delle storiche farmacie folignati che tutti conoscono anche come la “farmacia del dottor Mantucci”. “Andrà davvero tutto bene”, ripetono in coro. E qualcuno guarda il cielo azzurro tirando un sospiro. La dottoressa Angela Marasca si mostra soddisfatta: “Ci voleva anche da parte nostra questo messaggio”, dice a una collega. “E se tutti facciamo la nostra parte - aggiunge - supereremo anche questa”. La farmacia in questo momento è vuota. “Ora non abbiamo clienti - ci spiega - ma in questi giorni abbiamo lavorato comunque tanto”. “Da un paio di giorni, però - continua - le richieste sono calate: si viene in farmacia solo per le urgenze e alla ricerca di mascherine e igienizzanti. Proprio stamattina abbiamo ricevuto un rifornimento di quest'ultimi e finalmente possiamo rispondere in maniera adeguata chi ce li richiede. Ma per diversi giorni ne siamo stati sprovvisti, le scorte erano finite rapidamente”. “Nel frattempo - racconta - sono cambiati anche i comportamenti della gente. Finalmente vediamo che c'è una consapevolezza generale della gravità della situazione e delle norme da seguire. La gente ora è molto attenta alle disposizioni impartite per evitare il diffondersi del contagio e per autotutelarsi. Tra i più anziani qualcuno forse ha tardato a capire le reali necessità e problematiche del momento, ma ora tutti mostrano di avere consapevolezza e prudenza. Tutti, per esempio, rispettano le distanze e hanno capito che è fondamentale prestare la massima attenzione alle norme igieniche. E questo oltre a rendere più tranquilli anche noi ci dà la certezza che le cose possono migliorare. Se tutti gli italiani collaborano andrà davvero tutto bene. Non può essere altrimenti”. Il cartello adesso è lì, sulla vetrina della farmacia. Come molti altri che, di giorno in giorno, cominciano a comparire, insieme alle bandiere tricolori, alle finestre e ai balconi di Foligno, dell'Umbria e del resto d'Italia. Messaggi di speranza e voglia di dimostrare che la forza e la volontà di superare uniti l'emergenza ci sono. Twitter: @essecia