Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arriva il Giro d'Italia: un'occasione che rischia di essere sprecata

Chiara Zuccari
  • a
  • a
  • a

L'appuntamento con il Giro d'Italia s'avvicina e Foligno si prepara a vivere questo grande evento che porterà - nei giorni del 16 e del 17 maggio - migliaia di persone in città. Un grande evento che per Foligno rappresenta anche una nuova opportunità di rilancio turistico, un'occasione allettante e irripetibile nel suo genere per "attirare" visitatori in un centro storico che - con la fine dei cantieri per la ripavimentazione - si sente finalmente in regola per affronatre questa nuova sfida. "Nella notte tra il 16 e il 17 maggio quasi tutti gli alberghi della città ospiteranno sia gli atleti che gli staff tecnici delle squadre e il seguito di giornalisti ed altri addetti ai lavori impegnati nel grande evento del Giro d'Italia - annuncia Elisa Cesarini, presidente di Federalberghi Foligno - al momento tuttavia non stiamo ancora registrando prenotazioni turistiche per quel fine settimana. Il fatto che Foligno sia 'arrivo' e 'partenza' di una tappa del Giro d'Italia è senza dubbio un evento storico, tuttavia dal mio punto di vista per l'occasione, anche in virtù del considerevole investimento economico sostenuto dagli enti promotori, si sarebbe potuto investire di più in termini di comunicazione. Ad esempio si sarebbero potuti sfruttare meglio in termini promozionali anche il fine settimana di Pasqua e i recenti ponti che hanno portato un po' di movimento a Foligno, ciò affinchè la città potesse trarre da questo evento un vantaggio maggiore". Nel mirino c'è ancora una volta la scarsa capacità di Foligno di mettere in mostra le proprie bellezze, facendo in modo che un appuntamento divenga l'occasione per conoscere meglio il centro storico, oggi valorizzato dalla nuova pavimentazione, i suoi musei e la sua storia. "Certe pecche comunicative oggi non sono più permesse se si vuole davvero fare in modo di operare un rilancio turistico della città" affonda Cesarini.