Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Auto a folle velocità per le strade cittadine: monta la protesta

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Sfrecciano veloci le automobili lungo alcune delle più importanti arterie di collegamento dentro e fuori la città. Da via Santocchia a via Manin, da viale XVI Giugno a via Damiano Chiesa la musica non cambia, così come non cambia l'indignazione dei residenti, che si dicono preoccupati per la loro incolumità, e dei semplici passanti, come racconta la signora Mariangela, sessantacinquenne folignate che quasi ogni giorno percorre via Manin in bicicletta per raggiungere il centro: "Le auto viaggiano su questa strada a una velocità folle, compiendo anche sorpassi azzardati.Il tratto peggiore è il rettilineo che da Corvia porta a Scafali. Il problema - spiega la donna - non è soltanto la mancanza di dissuasori e speed check sempre funzionanti, ma soprattutto la scarsa presenza di pattuglie della polizia municipale". Valutazioni condivise da altri passanti e residenti non solo di via Manin, ma anche, ad esempio, di via Damiano Chiesa: "Lungo questa strada le auto continuano a correre e nonostante le segnalazioni i controlli non ci sono - affonda Domenico, sessantenne che si trova spesso a passeggiare lungo la via in compagnia del nipotino - in particolar modo la sera dobbiamo fare attenzione quando usciamo di casa e il problema è molto sentito anche perché in questa zona vivono parecchie famiglie e ci sono tanti bambini, mi capita spesso di essere in ansia per i miei nipoti proprio per questo motivo". "I dissuasori non sono sufficienti e agli automobilisti sono bastate poche settimane per capire che gli speed check installati sono quasi sempre disattivi. Così - fa sapere un gruppo di residenti di via XVI Giugno - non possiamo più contare sull'effetto deterrente di queste colonnine e la situazione è tornata molto pericolosa nel giro di qualche mese appena". Una strada, via XVI Giugno, che in passato è stata più volte al centro del dibattito per la sua pericolosità e lungo la quale si sono verificati incidenti molto gravi, in alcuni casi con esito addirittura mortale: "In passato siamo stati promotori di una raccolta firme - spiega ancora il gruppetto di residenti - e vorremmo che la municipale si ricordasse anche di monitorare il traffico lungo questa strada, anche se qui - ironizzano gli abitanti - non si possono fare le stesse multe per divieto di sosta che vengono elevate ogni giorno in centro". Situazione analoga quella riscontrata in via Santocchia, dove il flusso di veicoli è intenso in ogni momento della giornata: "Le auto percorrono questa strada senza il minimo rispetto dei limiti di velocità - racconta la signora Antonella, mentre è in attesa di attraversare sulle strisce pedonali - sarebbero necessari più controlli e una maggiore presenza della polizia municipale, che è solerte quando si tratta di elevare multe per divieto di sosta". E a proposito di controlli, il comando di polizia municipale di Foligno ha reso noto - attraverso l'ufficio stampa del Comune - che lunedì 28 aprile, dalle 11,30 alle 13,30, è stata indetta un'assemblea sindacale del personale della polizia municipale. Non sarà quindi garantito il servizio davanti alle scuole all'uscita degli studenti.