Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Case popolari vuote e nel totale degrado

Ad Annifo gli edifici costruiti dopo il terremoto sono andati già in rovina: dovevano servire a ripopolare la montagna

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Un complesso edilizio pubblico costato diverse centinaia di migliaia di euro, destinato a chi - dopo il terremoto del 1997 - era rimasto senza casa. Ma a distanza di 17 anni le case popolari di Annifo sono ancora disabitate e caratterizzate da incuria e abbandono. Erba altissima, persiane rotte, tubature scoperte e porzioni di cortile allagato. Nessuna testimonianza di una qualche manutenzione, anzi. Qualche vandalo si è divertito pure a danneggiare gli infissi. Lo scopo era quello di ripopolare la zona di montagna di Foligno, ma a distanza di 6 anni (nel 2008 l'amministrazione ha indetto il bando per l'assegnazione delle abitazioni) l'obiettivo è stato totalmente fallito. Servizio completo nel Corriere dell'Umbria del 18 marzo