Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roberto Dinamite, come è morto l'attaccante del Brasile che fece impazzire il Maracanà

  • a
  • a
  • a

La Spoon River del calcio continua. Il Brasile infatti piange anche Roberto Dinamite, iconico attaccante degli anni Settanta e Ottanta, recordman del campeonato brasileiro (190 gol, Pelè "solo" 101). Da un paio di anni lottava contro un tumore all'intestino.

 

 

Classe 1954, all’anagrafe Carlos Roberto de Oliveira, segnò 754 gol in carriera (1198 partite), bandiera del Vasco, il soprannome Dinamite gli venne appiccicato al mondo il 25 novembre 1971, al Maracanã per via di un gol segnato di potenza, dopo aver scartato quattro avversari, proprio sotto la torcida. Il giorno dopo Aparicio Pires, sul Jornal dos Sports, se ne uscì con questo titolo “Il ragazzo-dinamite fa esplodere il Maracanà”. Protagonista nel Mondiale del 1978 con 3 dei suoi 27 gol con la Nazionale, nel 1982 venne dirottato in panchina. Giocò in Europa solo pochi mesi, al Barcellona. Appesi gli scarpini al chiodo si era dato alla politica - divenne parlamentare regionale - per poi coronare il sogno di diventare presidente del suo Vasco.