Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Germania, estremisti di destra volevano assaltare il parlamento: 25 arresti. Ecco chi è il capo

  • a
  • a
  • a

Massiccia operazione delle forze dell'ordine in Germania per smantellare un'organizzazione di estremisti di destra. Lo riporta Tagesschau secondo cui fra i 52 imputati ci sarebbero anche ex soldati delle forze speciali e un ex membro dell'Afd al Bundestag, il parlamento federale tedesco. Nelle prime ore della mattina la polizia ha fatto irruzione negli appartamenti degli indagati eseguendo 25 mandati di cattura e avviando ampie perquisizioni. L'ufficio del pubblico ministero federale accusa le persone arrestate in Germania di aver formato un'organizzazione terroristica per abolire l'ordine costituzionale della Repubblica federale di Germania e stabilire uno stato modellato sul Reich tedesco del 1871. Si sospetta che il gruppo avesse pianificato tra le altre cose, di prendere d'assalto l'edificio del Reichstag e di deporre il governo federale per poi prendere il potere. L'organizzazione aveva già deciso chi avrebbe ricoperto importante cariche ministeriali al momento della presa del potere. Gli investigatori - spiega ancora il Tagesschau - descrivono l'operazione come "senza precedenti". Secondo le prime informazioni la figura centrale del gruppo sarebbe Heinrich R., rampollo di una casa principesca di lunga data dell'odierna Turingia. Il 71enne aveva esplicitato pubblicamente le sue strane tesi di cittadino del Reich per diversi anni. Nel 2019, ad esempio, era apparso come relatore al Worldwebforum in Svizzera spiegando che la Repubblica Federale non era uno stato sovrano, ma era ancora controllata dagli Alleati. In un altro video su Internet, descrive lo Stato e la magistratura come "aziende". In caso di buona riuscita dell'operazione pianificata Heninrich R. era stato designato dal gruppo come reggente. L'uomo attualmente lavora come consulente finanziario a Francoforte e possiede una casino di caccia in Turingia dove i membri del gruppo si sarebbero incontrati diverse volte nel corso di quest'anno. In vista del tentativo di prendere il potere il gruppo avrebbe creato un governo ombra dove al ministero della Giustizia sarebbe stata designata Birgit Malsack-Winkemann, ex membro dell'Afd che risulta fra le persone indagate. La donna lavora come giudice a Berlino da quando ha lasciato il Bundestag lo scorso anno.