Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Missile caduto in Moldavia": rischio escalation vicina, ora la guerra può espandersi?

  • a
  • a
  • a

Una nuova ondata di raid missilistici russi in Ucraina ha colpito infrastrutture dell’energia, causando blackout in diverse zone del Paese. Il Kiev Independent riporta che diverse regioni dell’Ucraina lamentano problemi con le forniture di elettricità e acqua dopo gli ultimi raid russi. A Zhytomir mancano entrambe e la stessa situazione si registra in una parte della città di Kryvyi Rih nella regione di Dnipropetrovsk. Blackout di emergenza nella regione di Sumy che al momento è completamente al buio. Interruzioni della fornitura di acqua in tutta la città si registrano invece a Odessa. Diversi problemi si registrano anche in tutto il Paese con la connessione internet. Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky ha detto che gli operatori energetici "hanno già iniziato a ripristinare l’elettricità e la nostra gente non si arrenderà mai".

 

 

Ma il missile ritrovato sul territorio della Moldavia, vicino al confine ucraino dopo l’ultimo raid missilistico russo mette il mondo in allarme. Lo riporta Ukrainska Pravda citando i media moldavi. A scoprire il razzo vicino alla città di Brychany è stata una pattuglia della polizia di frontiera perché - viene spiegato - in relazione ai bombardamenti è stato rafforzato il controllo. La polizia e le guardie di frontiera hanno transennato l’area, in attesa dell’arrivo dei servizi specializzati. Il rischio di un'escalation della guerra è sempre più alto.