Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Regno Unito, episodio di razzismo a corte: madrina di William si dimette

  • a
  • a
  • a

La dama di compagnia della regina Elisabetta II nonché madrina del principe William, Lady Susan Hussey, è l'aiutante di Buckingham Palace che si è scusata e si è dimessa dopo avere ripetutamente chiesto a corte "da dove viene veramente?" a un'ospite nera, Ngozi Fulani, durante un ricevimento organizzato martedì dalla regina consorte Camilla. Lo riportano i media britannici. "Non c'è posto per il razzismo nella nostra società", ha detto il principe di Galles, definendo inaccettabili le parole della sua madrina. Lady Hussey. 83 anni, vedova dell'ex presidente di Bbc Sir Marmaduke Hussey, era una stretta confidente della regina Elisabetta e l'anno scorso la accompagnò ai funerali del principe Filippo, duca di Edimburgo. Hussey è amica intima del re.

Sua figlia, Katherine Brooke, è stata appena nominata una delle nuove dame di compagnia di Camilla. A Fulani, fondatrice dell'ente di carità Sistah Space con sede a Londra, che sostiene le donne di origine africana e caraibica in tutto il Regno Unito che abbiano subito abusi domestici e sessuali, è stato chiesto ripetutamente da dove venisse in Africa, nonostante avesse detto di essere cittadina britannica. Fulani ha raccontato l'episodio su Twitter, a cui hanno assistito due testioni, e si è detta "totalmente sbalordita" dalla conversazione.

Poi è giunta la comunicazione di Buckingham Palace: "la persona in questione desidera esprimere le sue profonde scuse per il dolore causato e si è fatta da parte dal suo ruolo onorario con effetto immediato. A tutti i membri dello staff ricordiamo le politiche di diversità e inclusione che sono tenuti a rispettare in ogni momento". Il ricevimento tenuto dalla regina consorte Camilla ha ospitato attivisti contro la violenza sulle donne, Fulani vi era stata invitata con circa 300 altri ospiti.